Vittoria. Il padre di un giovane assuntore chiama la Polizia e fa arrestare lo spacciatore

VITTORIA – Aveva intuito l’intenzione del figlio di andare ad acquistare una “canna” ed ha subito chiamato la Polizia del Commissariato di Vittoria, spiegando bene i dettagli del luogo e descrivendo le persone.
I Poliziotti sono arrivati tempestivamente nei pressi di piazza Daniele Manin, più conosciuta come piazza Senia, si sono defilati e sono rimasti ad osservare. In effetti hanno notato il ragazzino, un 16enne, all’angolo della piazza che aspettava il suo fornitore, poi il sopraggiungere di quest’ultimo ed infine lo scambio, il passaggio di mano di un piccolo involucro dietro corrispettivo di banconote. Sono intervenuti, ed è intervenuto pure il genitore del ragazzo che ha bloccato il polso del figlio che teneva ancora in mano l’involucro che, si vedrà poi, conteneva un grammo di hashish, mentre lo spacciatore è stato perquisito dai poliziotti ed è stato trovato in possesso di due banconote da cinque euro, le due che gli erano state cedute dal ragazzo.
Lo spacciatore è un extracomunitario di asserita nazionalità tunisina, privo di documenti e di permesso di soggiorno. E’ stato foto segnalato dalla Polizia Scientifica, ed è risultato avere già precedenti foto dattiloscopici ed essere stato denunciato a Padova, Napoli e Gela, per reati contro la persona ed il patrimonio.
Dice di chiamarsi SAI Walid, nato in Tunisia 36 anni fa, senza fissa dimora.
La Procura della Repubblica, immediatamente avvertita, ha disposto che l’arrestato fosse portato a Ragusa presso la casa Circondariale.
La sostanza stupefacente è stato trasmessa al Laboratorio di Igiene Pubblica dell’A.S.P. 7 di Ragusa per le analisi chimico/quantitative.

Print Friendly, PDF & Email