Vittoria. Operazione “weekend sicuro”: scattano 17 denunce

Vittoria, 15 giugno 2015 – Proseguono l’intensificazione dei controlli da parte dei Carabinieri anche nel corso di questo fine settimana in tutta la giurisdizione della Compagnia di Vittoria, finalizzati a far trascorrere un weekend in piena sicurezza a tutti i cittadini che abitano nel territorio di competenza e a tutte quelle persone che vi si recano, specie nell’area marittima e in quelle rurali. Il bilancio è di 17 persone denunciate, 3delle quali per detenzione di droga ai fini di spaccio, 5 quelle segnalate per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale, per un totale di circa 55 grammi di sostanza stupefacente sequestrata (per lo più hashish) e 3 piante di marijuana, 12 macchine sequestrate per violazioni al C.d.S. e 6 patenti ritirate, per un totale di 19 contravvenzioni comminate con quasi 50 punti decurtati, 2 mezzi rubati e recuperati che sono stati restituiti agli aventi diritto, 2 coltelli di genere vietato sottoposti a sequestro, 32 perquisizioni complessive eseguite, 53 veicoli controllati e 121 persone identificate, oltre 30 soggetti destinatari di misure alternative alla detenzione carceraria ispezionati.
Sono i risultati dei controlli su vasta scala che i Carabinieri, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo predisposti in tutto il territorio ragusano dal Comandante Provinciale, hanno portato a termine nelle città di Acate, Comiso, Scoglitti e Vittoria. Un’operazione che ha comportato il dispiegamento in tutta la giurisdizione di 40 militari, finalizzata da un lato a reprimere i reati di natura predatoria, che più da vicino colpiscono i cittadini, specie nelle aree rurali e marittime, e dall’altro lato a combattere i fenomeni della guida senza patente e senza assicurazione del mezzo, o in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di droghe, con evidenti risvolti negativi in caso di incidenti stradali, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti, specie tra i giovani: in tale ottica sono state organizzate perquisizioni mirate, nelle principali zone di aggregazione, frutto di prolungata attività di acquisizione di informazioni e di successivo riscontro operativo.
I Carabinieri hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria competente ben 17 persone.
Nello specifico ad Acate, i Carabinieri della locale Stazione, hanno proseguito l’intensificazione dei controlli alla circolazione stradale, “pizzicando” 2 rumeni che guidavano senza patente, che non avevano mai conseguito, e senza copertura assicurativa: si tratta di A.A.I., 24enne, e di N.G., 23enne, denunciato a piede libero e i mezzi, che conducevano, sono stati sottoposti a sequestro. Uno di questi, risultato rubato nell’aprile 2013 ad uno studente di Scicli, è già stato restituito al legittimo proprietario.
Inoltre, grazie all’attività preventiva e a quella informativa, nel corso di diverse perquisizioni domiciliari, i militari hanno sorpreso un 60enne del posto, C.S., privo di una pistola regolarmente denunciata senza che avesse effettuato la relativa comunicazione e contestandogli altresì il mancato rispetto delle condizioni di sicurezza per la custodia delle armi. Un sorvegliato speciale, D.D., 30enne, non è stato trovato in casa negli orari previsti, violando le prescrizioni e, pertanto, denunciato all’A.G. competente. Una 26enne, T.S., è stata deferita per minacce e lesioni nei confronti di un’altra donna: la stessa si era recata nella sua abitazione e per problemi di vicinato l’ha presa a calci e pugni e, grazie all’intervento di una pattuglia dell’Arma, la situazione è rientrata nella normalità. La malcapitata ha ricevuto 3 gg. di prognosi.
Nella frazione di  Scoglitti, nel corso dei servizi di controllo stradale, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un tunisino di 21 anni, B.T.A., sorpreso alla guida di un ciclomotore Gilera mancante della targa e privo della patente di guida perchè mai conseguita. Inoltre, un altro sorvegliato speciale è stato denunciato per violazione degli obblighi trovandosi in compagnia di altri pregiudicati: si tratta di S.A., 20enne. Il costante monitoraggio del territorio da parte dei militari ha permesso di rinvenire nell’abitazione di un pregiudicato di 31 anni, Z.G., oltre 16 gr. di marijuana e nr. 2 piante della medesima sostanza,  sottoposte a sequestro.
Nella città di Vittoria, invece, il giro di vite contro i reati in genere ha permesso di denunciare a piede libero 3 tunisini per ricettazione, tutti con precedenti penali, C.M.H., 40enne, B.H., 41enne, e A.N., 36enne,  pizzicati all’interno della loro dimora con refurtiva varia e con un motorino Piaggio oggetto di furto denunciato lo scorso maggio presso la Stazione CC di Scoglitti: il mezzo, previo riconoscimento, è già stato restituito al legittimo proprietario. Altre 3 persone, V.I., 34enne, C.M., 18enne, e S.E., 40enne, sono state deferite perché sorprese alla guida dei rispettivi mezzi, sequestrati, privi della patente di guida, che non avevano mai conseguito o perché revocata, e senza copertura assicurativa. L’attività di contrasto allo spaccio di droga, invece, ha consentito di denunciare due pregiudicati, M.G., 31enne, e Z.C., 44enne, trovati nei loro domicili rispettivamente con oltre 20 grammi di hashish e con due coltelli di genere vietato, e con quasi 11 grammi sempre di hashish: la sostanza stupefacente sequestrata è già stata inviata presso il Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili. Grazie all’attività di controllo dei soggetti destinatari di misure alternative alla detenzione carceraria, i Carabinieri hanno denunciato per violazione degli obblighi imposti un 30enne tunisino, T.H., non trovato nella propria abitazione al momento del controllo.
Da ultimo, nel corso del servizio, sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo di Ragusa per detenzione per uso personale di sostanza stupefacente due ragazzi di Acate, G.G., 19enne, e M.A., 23enne, N.M., 27enne di Comiso, e due giovani di Scoglitti M.N., 18enne, e A.G., 37enne, trovati in possesso complessivamente di oltre 10 grammi di hashish, e di alcune piante di marijuana, tutto sottoposto a sequestro.
In tal senso è opportuno ricordare a tutti i cittadini che è attivo il numero 43002, per segnalare via sms, mantenendo l’anonimato, casi di spaccio o consumo di stupefacenti, ma anche episodi di bullismo: si tratta di un ulteriore mezzo, messo a disposizione dal Ministero dell’Interno, per combattere tali fenomeni che incidono in modo drammatico soprattutto nella fascia più giovane della popolazione.

Print Friendly, PDF & Email