Vittoria. Reo confesso Filippo Assenza ha ucciso il pompiere perchè accecato dalla gelosia.

Vittoria – Sicilia – 26/01/2016 – Filippo Assenza è stato fermato lunedì sera, dopo essere stato interrogato presso il commissariato di Vittoria, in presenza degli avvocati Scrofani e Cutrone, con l’accusa di omicidio volontario. Ha maturato l’idea e poi ucciso il vigile del fuoco, perchè accecato dalla gelosia per la moglie, sospettata di avere da anni, una relazione con Saillant.
Un omicidio dunque, per motivi passionali. Quello di Assenza non era comunque solo un sospetto, infatti la conferma l’aveva avuta quando aveva letto alcuni messaggi sul telefono cellulare della moglie.
Subito dopo l’interrogatorio, che si è concluso con l’ammissione da parte di Assenza, dell’omicidio, è stato trasferito nel carcere di Ragusa. La vittima è stata invece trasportata all´obitorio dell´ospedale “Guzzardi” di Vittoria dove sarà sottoposta ad esame autoptico, disposto dal magistrato.
Filippo Assenza era tornato di proposito da Londra, città dove da anni aveva trasferito la propria residenza e dove lavorava al New Covent Garden Market, la più grossa realtà del Regno Unito, per la commercializzazione della frutta e della verdura. L´imprenditore era aiutato dai due figli nell´attività imprenditoriale.
Adesso il resto della sua vita lo trascorrerà in carcere. Due vite “perdute”, quella della vittima, molto nota e stimata dai suoi colleghi e dal suo comandante, e quella del carnefice. Inoltre, entrambe le famiglie, sono state di colpo coinvolte in una storia che mai avrebbero voluto vivere.
Se da un lato la città tira un sospiro di sollievo per avere accertato che stavolta la mafia non c’entra, dall’altro è attonita per quanto accaduto.
Un plauso comunque va reso alle forze dell’ordine: carabinieri, polizia e squadra mobile, che in meno di 24 ore, hanno risolto un giallo che all’inizio sembrava irrisolvibile.

Print Friendly, PDF & Email