Zona industriale di Ragusa, l’impianto di telesorveglianza sarà attivato entro la fine dell’anno

Ragusa, 17 ottobre 2014 – L’impianto di telesorveglianza nella zona industriale di Ragusa sarà attivato entro la fine di dicembre. E’ questa la rassicurazione arrivata dall’Irsap, rappresentata dall’ing. Maurizio Catania, grazie alla sollecitazione proveniente dall’on. Nello Dipasquale, nel corso di un incontro, tenutosi ieri mattina a Ragusa, che ha visto la presenza del presidente della Cna territoriale di Ragusa, Giorgio Biazzo, con la responsabile organizzativa, Antonella Caldarera, e del presidente del parco commerciale “Isole Iblee”, Gianni Corallo, oltre a numerosi imprenditori. C’erano anche Sergio Salonia responsabile del progetto in questione e Giampiero Zocco direttore dei lavori. L’ing. Catania ha comunicato ai rappresentanti delle imprese insediate che finalmente il bando è stato avviato, anche se solo da pochi giorni. Il che significa che, dopo l’espletamento delle procedure di gara e la relativa assegnazione, l’infrastruttura destinata a garantire controlli più puntuali sull’intera area sarà totalmente e definitivamente messa in operatività. L’ing. Catania ha ribadito la piena disponibilità dell’Irsap ad ascoltare le esigenze del territorio e ad interagire con lo stesso. E’ stato assunto l’impegno di elaborare uno studio con cui l’impianto sarà potenziato al fine di migliorare la copertura geografica dello stesso in maniera ancora più capillare ed efficace. L’ing. Catania, inoltre, si è dimostrato disponibile ad attivare un tavolo costante di confronto tra i rappresentanti delle imprese insediate e l’Irsap. Ciò con cadenza alquanto frequente, anche quindicinale, al fine di dare vita ad una completa e totale sinergia tra le imprese e lo stesso ente. Vale la pena di ricordare che all’incontro di ieri si è arrivati alla luce dei gravi episodi verificatisi nelle scorse settimane. Il furto più pesante quello perpetrato ai danni della ditta Medilam. Il parco commerciale “Isole Iblee” aveva indetto una riunione urgente tra le imprese, tenutasi lunedì scorso, mentre la Cna territoriale si è mobilitata cercando di ottenere delle risposte. Tra l’altro, dopo l’allarme lanciato, è arrivato il sostegno e la solidarietà di numerose realtà presenti sul territorio: l’associazione Antiracket Ragusa, Sinistra ecologia e libertà, il vicepresidente della commissione consiliare Mario D’Asta, e altri ancora. La mancata attivazione dell’impianto di telesorveglianza ha determinato un livello di esasperazione tale tra le imprese da fare richiedere nuovamente l’intervento del prefetto. Fin qui le novità maturate in relazione a questa complessa situazione. Ma è chiaro che la Cna territoriale e il parco commerciale “Isole Iblee” continueranno la loro azione di sollecito fin quando le risposte annunciate non saranno concretizzate.

 

 

Print Friendly, PDF & Email