17 Luglio 2021

ITALREPORT

Quotidiano on-line

“Dante Alighieri” approda a Vittoria dopo 700 anni dalla sua scomparsa. Giuseppe Spalla lo fa rivivere con le sue tele.

2 min read

Vittoria. 09 aprile 2021 – Giuseppe Spalla, 65 anni, laurea in giurisprudenza vive a Vittoria dove è titolare di una agenzia di onoranze funebri. Già impegnato in politica in un passato abbastanza recente, ha sempre coltivato l’hobby della pittura e del disegno. Una persona esuberante, una di quelle persone che affronta molteplici argomenti e che discute con tutti su tutto. Probabilmente il suo carattere, pur con le sue contraddizioni, gli ha imposto di seguire l’hobby della pittura, con un impegno e una passione, che hanno attratto il mondo internazionale dell’arte.
I suoi dipinti, tra cui quelli che raffigurano il Sommo Poeta, sono stati scelti da uno dei più noti critici d’arte nonchè storico: Giorgio Gregorio Grasso. Questo personaggio di fama mondiale, oltre ad essere un affermato studioso riconosciuto in tutto il mondo, è anche ideatore, artefice e curatore di mostre internazionali.
Nell’anno in cui si ricorda il settecentesimo anniversario della scomparsa di Dante, il professore Grasso ha selezionato, tra gli artisti italiani, 333 di questi, impegnandoli a trasformare l’opera massima del Sommo, da letteratura a colore, immagini, movimenti.
Gli artisti che Grasso ha selezionato, sono quelli che sono stati ritenuti tra i migliori, che hanno saputo illustrare, utilizzando tecniche diverse e innovative, creatività pittoriche o diverse (sculture) che siano testimonianza di quella civiltà descritta da Dante Alighieri.
Tra questi 333 prescelti, si legge il nome del nostro Peppe Spalla, che non poteva che accogliere con soddisfazione e piacere, l’invito ricevuto.
Le opere saranno, dopo una ulteriore selezione, raccolte e pubblicate in un prestigioso volume d’arte, che sarà inviato e distribuito nelle varie mostre allestite tra le più importanti città d’arte italiane. Tra queste, certamente sarà privilegiata la città lagunare, molto amata dal Sommo Poeta ed esposte alla Venice Art Gallery. Successivamente, le opere saranno inviate a Parma, designata città della cultura, poi a Firenze, città natale di Dante, per chiudere con Ravenna, la città dove il compositore della più grande opera letteraria, è morto.
Un riconoscimento quello ottenuto da Spalla, che non premia solo l’artista, ma la città e l’intero territorio.
-Ho ricevuto e accolto con immenso piacere e gioia l’invito del professore Grasso- dice Giuseppe Spalla- è l’inizio di un nuovo viaggio artistico che mi porterà, insieme alla mia Vittoria, a celebrare da protagonista, i 700 anni dalla scomparsa del Sommo-.
Vittoria pullula di eccellenze, di artisti, di scienziati, di persone che la rendono nota in tutto il mondo, ma su questo, molto spesso, si tace. Certamente molta responsabilità è da attribuire a chi diffonde le informazioni. (ndr)

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share