CNA dopo il sit-in per protestare contro la chiusura della sede cittadina di Riscossione Sicilia

Il sit in contro la chiusura della sede di Riscossione Sicilia. La Cna territoriale di Vittoria: “Ringraziamo chi ha partecipato ora ci vuole un incontro con la direzione regionale della società per chiedere il rispetto dell’articolo 66 della legge di stabilità”

Vittoria, 30 ago 2014 (italreport) – “Ringraziamo partiti, movimenti e organizzazioni di categoria che hanno preso parte attivamente al nostro sit-in contro la chiusura dell’agenzia Riscossione Sicilia di Vittoria, così come prendiamo atto positivamente che il sindaco ha espresso la volontà di mettere a disposizione dei locali”. Lo dicono il presidente della Cna territoriale Giuseppe Santocono con il responsabile organizzativo Giorgio Stracquadanio dopo l’iniziativa di questa mattina. “Sappiamo benissimo – aggiungono – che non è con una manifestazione che si risolve il problema. La volontà della direzione regionale dell’ente, espressa chiaramente a pagina 24 del piano industriale 2014-2016, è quella di ridurre il numero degli sportelli territoriali. Per questo chiediamo ai parlamentari regionali, sia quelli presenti stamani o che hanno dato la loro adesione sia agli assenti, di attivarsi e di mettersi al servizio del territorio creando le condizioni per un incontro a breve, in cui loro devono essere presenti, con la direzione regionale di Riscossione Sicilia. L’art. 66 della legge di stabilità regionale, votato dall’Ars e pubblicato nella Gurs del 19 agosto 2014, non può essere né ignorato né disatteso. Ne vale della rispettabilità, dell’autorevolezza e della considerazione di chi rappresenta il nostro territorio all’Ars”.

Print Friendly, PDF & Email