Acate. La Cisl Territoriale-Funzione Pubblica richiede l’intervento del Prefetto per il mancato pagamento dello stipendio ai dipendenti comunali.

Redazione Due, Acate (Rg) La Segreteria Territoriale, Ragusa-Siracusa della Cisl- Funzione Pubblica, in merito alla mancata erogazione ai dipendenti del Comune di Acate dello stipendio relativo al mese di ottobre, ha richiesto, con una missiva che riceviamo e pubblichiamo, l’intervento del Prefetto di Ragusa.

Al Signor Prefetto di Ragusa

Negli ultimi mesi i dipendenti del comune di Acate non sempre hanno avuto la mensilità alla normale scadenza. Alla fine, però, seppur in ritardo, hanno incassato lo stipendio. Ora la situazione appare molto più drammatica e non si intravede una positiva soluzione, anche perché, dalle notizie in nostro possesso, il tesoriere comunale non è nelle condizioni di pagare il dovuto, ne si intravedono vie d’uscita. Una situazione che in qualche modo era prevedibile e che nessuno ha attenzionato adeguatamente. Da quanto si è appreso, il Comune ha continuato a pagare i fornitori, senza tenere nel ben che minimo conto che dovevano essere salvaguardate, a termini di legge, le spettanze di tutto il personale. Una mancata grave previsione per quanto riguarda l’utilizzo delle risorse finanziarie disponibili, che penalizza solo il personale che non può essere ne condiviso ne accettato. Per queste ragioni questa O.S. si rivolge alla S.V. per un Suo autorevole intervento e per richiederLe un incontro, esteso anche alle altre sigle sindacali, al fine di trovare le giuste azioni e salvaguardare il diritto sacrosanto alla retribuzione da parte dei dipendenti comunali e scongiurare le inevitabili azioni di protesta conseguenti.

Nell’attesa di ricevere cortese urgente riscontro, si porgono Distinti Saluti.

 

Il Segretario Territoriale

Antonio Nicosia

Print Friendly, PDF & Email