Amministrazione digitale, architetti Catania su nuove pratiche genio civile

L’Ordine di Catania sul nuovo provvedimento adottato dal Genio Civile. ARCHITETTI: «DIGITALIZZARE INTERAMENTE IL FLUSSO DI DOCUMENTI TRA PROFESSIONISTI E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE»

Dal 1° luglio avvio della gestione informatizzata delle pratiche sull’antisismica

CATANIA – «L’auspicio degli Architetti etnei è che la nuova e importante procedura digitale che interessa la presentazione delle pratiche antisismiche al Genio Civile, possa estendersi anche a documentazioni di natura diversa, fino ad arrivare a una gestione totalmente informatizzata dei rapporti tra professionisti e Pubblica Amministrazione». Il presidente dell’Ordine di Catania Giuseppe Scannella ha commentato così le disposizioni, contenute nel Codice per l’Amministrazione Digitale, che verranno avviate dal prossimo 1° luglio, e che richiederanno l’archiviazione in supporti digitali dei documenti relativi alla normativa antisismica, senza più la conservazione delle copie cartacee.

«Si tratta di una sperimentazione che fa di Catania una città “pilota”» ha affermato Scannella durante il seminario di ieri (13 giugno), nella sede dell’Ordine, organizzato per chiarire agli iscritti le nuove modalità. All’incontro era presente l’ingegnere capo del Genio Civile di Catania Salvatore Gabriele Ragusa che ha sottolineato i vantaggi derivanti dall’abbattimento dei costi di gestione d’archivio. Le specifiche tecnico-operative e le tempistiche di attuazione della procedura sono state illustrate dal vicepresidente dell’Ordine Alessandro Amaro e dal responsabile Ufficio Speciale Prevenzione Sismica Celso Toninato: fino al 31 agosto sarà possibile affiancare la pratica digitale a quella cartacea mentre dal 1° settembre verrà accettata solamente documentazione su supporti ottici.

Print Friendly, PDF & Email