Associazione Imprese Traslocatori Italiani per il riconoscimento e la qualificazione della professione: Convegno annuale dell’A.I.T.I.

Roma, 4 novembre 2015 – Dal 2013 l’Associazione Imprese Traslocatori Italiani(A.I.T.I) lavora intensamente per il riconoscimento e la qualificazione della professione al fine di rappresentare in modo sempre più massivo e qualificato i professionisti del trasloco italiani.

La Camera di Commercio di Roma, con i quali è in atto una proficua collaborazione, afferma: “La tematica dei servizi di trasloco assume un’importante valenza sia quando riguarda organizzazioni complesse (imprese e pubbliche amministrazioni) sia quando vede coinvolti singoli consumatori o famiglie. In quest’ultimo scenario essa va ad impattare su situazioni di probabile difficoltà determinate da un cambio di abitazione (o magari di città), a seguito di rilevanti spese già affrontate per acquistare un immobile, per accendere un mutuo e per eventuali costi di ristrutturazione. Tutto ciò può contribuire alla creazione di un humus favorevole alla nascita di controversie e distorsioni sul mercato, soprattutto laddove il professionista (l’imprenditore) non offra garanzie piene in materia di competenza, efficienza e rispetto della normati-va posta a tutela dei consumatori.”

Il 13 novembre a Roma, presso l’ Holiday Inn Roma Aurelia, al convegno annuale dell’A.I.T.I. – Associazione Imprese Traslocatori Italiani interverranno Irene Pivetti, in qualità di Presidente della LTBF Onlus, da anni particolarmente attenta e aperta alle tematiche relative al settore del trasloco, e Gabriela Dimitrova, Head of Commercial Affairs della Fedemac, che parteciperà per riferire sulla condivisione del progetto A.I.T.I. per il riconoscimento e la qualificazione della professione di traslocatori e per l’elaborazione e l’approvazione di una specifica direttiva del Parlamento europeo, in relazione a quanto considerato e deliberato nel recente convegno tenutosi a Riga il 17-19 settembre 2015. Come di consueto parteciperanno all’evento associati, sponsor, rappresentanti istituzionali, associazioni di categoria e operatori del settore legati al mondo del trasloco.

Nel corso dell’evento, interverranno come relatori i rappresentanti Consip, che approfondiranno il tema della creazione del catalogo delle attività di trasloco nel MePA (il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione), definito in collaborazione con l’A.I.T.I. Nel novembre del 2014 è stato infatti pubblicato un bando specifico MePA, contenente la definizione del metaprodotto del settore “traslochi”. Catalogo che stabilisce i requisiti relativi alla necessaria professionalità degli operatori che intendessero iscriversi e li tutela, riconoscendo ufficialmente la complessità dello specifico servizio di trasloco e differenziandolo rispetto al trasporto, al facchinaggio e ad altri servizi.

Durante la mattinata è prevista altresì la partecipazione dei rappresentanti della CCIAA di Roma con una ricognizione degli strumenti normativi già formulati (Contratti-tipo e Codice di condotta) che tanto hanno contribuito alla nostra qualificazione professionale nei confronti delle istituzioni e del mercato. L’ultimo dei Contratti-tipo in elaborazione, il Contratto-tipo B2B riguarda professionisti, studi professionali, enti, società, organizzazioni, vale a dire interlocutori definiti “non consumatori”, che sono costituzionalmente competenti sulle questioni contrattuali e spesso dotati di propri capitolati dei servizi.

Il programma del convegno prevede a seguire un breve intervento degli sponsor A.I.T.I., nel tempo sempre più numerosi e attivi, offrendo loro l’opportunità di presentarsi e descrivere i loro servizi alle imprese presenti.

La parte conclusiva del convegno è infine dedicata a un seminario organizzato e presieduto dall’agenzia per il lavoro Archimede, che verterà sulla nuova riforma del diritto del lavoro Jobs Act. Il seminario ha come obbiettivo quello di guidare e aiutare i partecipanti a orientarsi nella complessa materia normativa e a individuare strumenti e modalità per utilizzare al meglio le opportunità introdotte dalle recenti novità in materia di diritto del lavoro.

Print Friendly, PDF & Email