Centro Servizi Donne parte dell’Ufficio Legale Regionale del Coordinamento Donne Siciliane

Il Coordinamento Donne Siciliane contro la violenza sulle donne, fondato nel 2008, per iniziativa della Rete antiviolenza di Siracusa e presieduto da Raffaella Mauceri, mette a segno una prestigiosa iniziativa: la costituzione dell’Ufficio Legale Regionale delle 26 associazioni che compongono il Coordinamento, tra cui l’Associazione “Centro Servizi Donne” di Ragusa, presieduta da Romina Licciardi (in foto), le cui avvocate, Sabrina Micarelli e Giuseppina Cicero, sono anche le referenti degli sportelli antiviolenza di Scicli, Pozzallo, Giarratana e Ragusa. In tale contesto si svolgeranno i lavori di avvio dell’Ufficio con la messa a punto di un programma che si prefigge di sollecitare l’emanazione di decreti attuativi della Legge regionale n. 3/2012, “Norme per il contrasto e la prevenzione della violenza di genere”, necessari per una corretta applicazione della legge medesima. Dopo l’ufficializzazione dell’incarico di Capogruppo dell’Ufficio all’Avv. Pilar Castiglia, responsabile del centro antiviolenza di Biancavilla di Sicilia, le 19 avvocate si metteranno a lavoro per stilare un documento unitario per promuovere presso l’ARS un’attività di controllo a tappeto dei centri antiviolenza operanti in Sicilia e quindi alla chiusura di quelli che presentano anomalie di vario tipo. La suddetta legge venne concepita da Raffaella Mauceri, con il contributo tecnico delle avvocate della Rete siracusana e lanciata al preciso scopo di arginare il proliferare selvaggio di centri antiviolenza, privi di titoli, formazione, competenza, credibilità, che arrecano ulteriore violenza alle vittime di abusi, gettando discredito sui centri antiviolenza siciliani. Infatti, la Sicilia pullula di centri, i quali, laddove dovrebbero essere a-partitici, a-politici, a-confessionali, sono emanazioni di questo o quel partito, di questa o quella confessione religiosa. Pertanto, l’Ufficio legale Regionale, appena costituito, farà il possibile affinchè l’8 marzo, in occasione della giornata della donna, un documento unitario giunga all’ARS, perché prenda atto della serietà del problema e si impegni a risolverlo in tempi brevi. «E’ un onore, che la mia associazione faccia parte, attraverso le sue avvocate, dell’organismo costituito dalle avvocate dei centri antiviolenza di tutta la Sicilia, ad esso affiliati, fortemente voluto dalla Presidente Raffaella Mauceri e dalla responsabile, avv. Pilar Castiglia. Come Ufficio Legale, ci impegneremo – spiega, l’Avv. Micarelli Sabrina del Centro Servizi Donne – affinchè le leggi nazionali e regionali sulla violenza contro le donne vengano applicate, affinchè le istituzioni e la politica si sensibilizzino verso una vera parità tra uomini e donne, ma, soprattutto, ci batteremo per far in modo che sedicenti associazioni, prive di requisiti, operino nel settore, provocando danni, a volte irreparabili, alle donne che vi si rivolgono».

Print Friendly, PDF & Email