Barrotta: “All’Asp di Ragusa, conti in disequilibrio: 337 consulenze solo nel 2015”

Ragusa, 12 luglio 2016 – L’ASP 7 di Ragusa, nel solo 2015, ha avuto bisogno di ben 337 consulenti” denuncia Corrado Barrotta, commissario del sindacato sanitario FSI di Siracusa e Ragusa. “Il manager non ha ritenuto opportuno ottemperare alle indicazioni della magistratura contabile che aveva evidenziato un disequilibrio di carattere strutturale tra i costi sostenuti e il valore della produzione sanitaria tanto da avere bisogno, proprio a decorrere dal 2015, di uno specifico piano di rientro. Sarebbe opportuno che l’assessore alla sanità siciliana Gucciardi verificasse con la massima attenzione che cosa sta succedendo” denuncia ancora Barrotta.
L’ASP 7 di Ragusa che è sempre stata tra le più virtuose della Sicilia come mai ha registrato questo disequilibrio finanziario? Si potrebbe obiettare che non è l’output ma l’outcome delle prestazioni che conta ma la migrazione sanitaria ovverosia i viaggi della speranza sono continuati in egual numero e valore economico. Questo ci sta ad indicare che è proprio la gestione della azienda sanitaria che non funziona. Alla guida dell’ASP di Ragusa, c’è il manager Maurizio Aricò, nominato da Crocetta. Forse la malasanità appartiene a tutti i partiti politici che creano consenso facendo favori? Nello specifico pagare inutilmente per consulenze potrebbe far acquisire clienti a scopi elettorali? La magistraura ha molto materiale su cui indagare” conclude il commissario FSI.

Print Friendly, PDF & Email