Chiaramonte Gulfi. Confcommercio presenta il nuovo direttivo sezionale al sindaco e all’amministrazione comunale, solidarietà per i due commercianti vittime di furto con spaccata

Confcommercio presenta il nuovo direttivo sezionale di Chiaramonte al sindaco e all’amministrazione comunale. Espressa solidarietà ai due commercianti rimasti vittime di furto con spaccata

CHIARAMONTE GULFI (RG) – La sezione Ascom di Chiaramonte Gulfi, unitamente alla presidenza provinciale Confcommercio Ragusa, ha presentato il nuovo direttivo all’Amministrazione comunale e al sindaco Sebastiano Gurrieri. Il presidente cittadino Danilo Scollo e il presidente provinciale Gianluca Manenti si sono confrontati sui temi concernenti la valorizzazione del commercio locale anche attraverso i nuovi strumenti del web e l’esaltazione delle peculiarità del territorio finalizzata all’attrazione turistica attraverso l’enogastronomia e, in particolare, l’olio, uno dei prodotti d’eccellenza del territorio chiaramontano. Si è convenuto sulla necessità di consolidare i buoni rapporti e le buone pratiche per portare avanti iniziative e decisioni economiche commerciali nonché di sviluppo locale per puntare ancora di più sullo sviluppo a livello locale. Sono stati condannati gli ultimi episodi criminosi, furto con spaccata, ai danni di due esercizi commerciali, entrambi associati all’Ascom. “Abbiamo naturalmente espresso la nostra solidarietà ai titolari delle due attività – sottolinea Manenti – e messo in evidenza come il tema della sicurezza territoriale sia sempre più importante per scongiurare una serie di furti ai danni degli esercenti che si impegnano con sacrificio nel portare avanti la propria attività. Episodi pesanti come quelli di cui stiamo parlando rischiano di mettere a repentaglio l’economia stessa dell’attività commerciale che stenta poi a ripartire”. La visita cordiale è stata arricchita anche da un dono che il sindaco ha fatto al presidente provinciale Confcommercio Ragusa, un libro sulla vita e le opere di Serafino Amabile Guastella, letterato illustre a cui Chiaramonte diede i natali.

Print Friendly, PDF & Email