Consenso “bulgaro” a Ragusa per l’approvazione della piattaforma contrattuale dei bancari

Ragusa, 29 maggio 2015 – Si è svolta ieri pomeriggio a Ragusa, presso i locali della sala Avis, l’assemblea unitaria dei bancari della provincia iblea, per l’approvazione dell’ipotesi di accordo del contratto collettivo nazionale di lavoro.
Presenti i segretari provinciali di tutte le sigle di categoria e Giuseppe Milazzo, Segretario Nazionale della Fabi, che ha illustrato il contratto agli intervenuti, in modo chiaro e comprensibile. Le conclusioni, sono state affidate a Francesca Artista, Segretario Regionale della Fisac/Cgil, che con il solito coinvolgente e impareggiabile trasporto che la contraddistingue quando svolge il suo ruolo, ha elogiato il lavoro svolto dalle delegazioni trattanti e il brillante risultato ottenuto.
< Un contratto che in molte occasioni ha rischiato di non essere firmato > ha detto Milazzo nella sua relazione < perchè i banchieri, avrebbero voluto avere mano libera e applicare contratti propri, in ogni istituto di credito. Ma alla fine, l’unità sindacale, la professionalità e la capacità di concertazione, tutti questi elementi, hanno messo alle strette controparte e all’alba del 31 marzo, sono state apposte le firme sul nuovo contratto. Adesso la parola passa ai lavoratori, e auspico che le risposte siano quelle che tutti attendiamo.>
E la risposta è stata chiara, netta e inequivocabile: 224 partecipanti, 223 si, un solo astenuto e nessun voto contrario. Una maggioranza bulgara che impone ai rappresentanti dei lavoratori di settore, di profondere sempre maggiore impegno, nel lavoro che quotidianamente svolgono.

Print Friendly, PDF & Email