Contributi in conto interessi. PmiSicilia: Regione Sicilia impegni somme avanzate dai bandi 2009, 2010 e 2011 per pagare anche 2012 e assicurare futuri rimborsi 2013

PALERMO – Ammontano a 12.147.376,21 euro le somme avanzate dai bandi relativi ai contributi in conto interessi riferiti agli anni 2009, 2010 e 2011, ma questi soldi rischiano di disperdersi nel labirintico bilancio della Regione se non saranno subito impegnati a favore delle piccole e medie imprese siciliane associate ai Confidi”. Lo dichiara il vice presidente di pmiSicilia Roberto Biscotto il quale chiede un intervento immediato dell’Ars e del Governo regionale.
Abbiamo appurato – prosegue Biscotto – che, grazie al solerte lavoro degli uffici preposti, le somme relative al rimborso degli interessi del 2009, 2010 e 2011, pari a 18.652.623,79 euro su una disponibilità totale di 30.800.000, sono state finalmente impegnate e speriamo che entro le prossime settimane siano emessi i relativi mandati di pagamento. Restano appunto gli oltre 12 milioni di euro che, in assenza di un impegno immediato da parte della Regione Sicilia, rischiano di essere sottratti alle imprese e destinati altrove. Per questo motivo chiediamo con urgenza un provvedimento che vincoli tale somma alla copertura dei contributi in conto interesse per il 2012 (che registra una mancanza di somme di 8.659.878 euro) e consenta inoltre di assicurare i futuri rimborsi per l’anno 2013 il cui bando è in questo momento sospeso in attesa della definizione delle procedure tecniche. Queste somme – conclude il vice presidente di pmiSicilia – appartengono alle imprese e sarebbe un fatto grave se si pensasse di stornarle per altre finalità. Pertanto invitiamo la deputazione e il Governo regionale ad attivarsi per confermare la destinazione di tali somme a copertura del contributo in conto interessi per l’anno 2012 e seguenti”.

Print Friendly, PDF & Email