Da click day a click Codacons. 250 giovani chiedono i danni alla Regione

Sono già 250 i giovani che aderendo alla mega azione collettiva promossa dal Codacons su www.codacons.it  chiedono i danni  alla regione

Milioni di euro di risarcimento chiesti alla regione siciliana dal codacons. Esposti alla procura e alla corte dei conti

Sono già  250 i giovani siciliani “GABBATI” che hanno dichiarato guerra alla Regione  aderendo all’iniziativa promossa dal Codacons.
L’Iniziativa lanciata da appena due giorni dal Codacons sul sito www.codacons.it  consiste in una  mega azione di risarcimento collettiva in favore di tutti i giovani danneggiati dalla vicenda CLICK DAY, che seguendo le istruzioni riportate sul web potranno far valere i propri diritti e chiedere un adeguato indennizzo in qualità di parti lesa.
Il Codacons, già subito dopo il fallimento del Click Day, aveva presentato un dettagliato esposto alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti chiedendo di far luce in ordine alla corretta utilizzazione dei fondi pubblici destinati alle finalità istituzionali degli organi politici regionali e chiedendo le verifiche sul possibile danno erariale. Le indagini in corso sono quindi anche conseguenza delle denunce presentate dal Codacons che è sempre vigile sugli aspetti che riguardano la tutela degli interessi dei cittadini.
Ricordiamo inoltre che nei giorni scorsi  il Codacons ha chiesto alla Procura della Repubblica di Palermo la qualifica di parte offesa mentre ha chiesto alla Sezione Giurisdizionale Sicilia della Corte dei Conti la condanna  per danno erariale dei responsabili.

Print Friendly, PDF & Email