Dai primi di gennaio telesorveglianza nella zona industriale di Ragusa

Ragusa, 28 novembre 2014 – La Cna territoriale di Ragusa e il parco commerciale “Isole Iblee” di nuovo a confronto con il dirigente dell’Irsap, Maurizio Catania, per verificare i passi in avanti compiuti rispetto agli impegni assunti nelle scorse settimane, soprattutto con riferimento all’attivazione dell’impianto di telesorveglianza. La Cna era rappresentata dal presidente Giorgio Biazzo, con la responsabile organizzativa Antonella Caldarera, mentre per “Isole Iblee” c’era il presidente Gianni Corallo. “Con riferimento alla videosorveglianza – afferma quest’ultimo – la gara per l’assegnazione è già stata avviata e a giorni sarà proclamata la ditta aggiudicatrice. Ciò significa che entro un mese al massimo (quindi fine dicembre, al più tardi i primi di gennaio) l’impianto sarà finalmente e per la prima volta funzionante”. Sempre su questo stesso argomento, sono state avanzate specifiche richieste in merito all’ampliamento perimetrale dello stesso impianto visto che negli anni l’area industriale di Ragusa si è estesa. L’ing. Catania ha assicurato l’impegno degli uffici al fine di procedere speditamente anche su questo fronte con l’obiettivo di garantire omogeneità di sicurezza a tutte le imprese insediate. Altro aspetto messo in rilievo è stato quello della viabilità. “In particolare – aggiunge il presidente Biazzo – è stato chiarito che rimane ancora non aperta la strada che collega la prima fase (adiacente la Cofarm) verso contrada Piancatella. A giorni il dirigente ci ha assicurato che saranno finalmente rimosse le barriere che ne ostacolano il transito e questa nuova arteria stradale sarà definitivamente consegnata alla fruizione degli automobilisti”. Un problema a parte riveste invece la manutenzione stradale della bretella che collega la terza fase verso contrada Fortugno/Cimillà (vicino Legnami Guastella). Si tratta di un tratto di appena 300 metri il cui manto stradale è pressoché inesistente. Alcuni problemi riguardanti la proprietà ne hanno da sempre ostacolato una soluzione definitiva. “Oltre ad una serie di altri aspetti esaminati nel corso dell’incontro – aggiungono Biazzo e Corallo – abbiamo avuto conferma circa l’avvio di un percorso nuovo tra imprese insediate ed Irsap, un percorso contrassegnato dall’assoluta disponibilità. Non solo attenzione ai problemi ma anche e soprattutto intenzione ad essere alquanto operativi per trovare soluzioni rapide e definitive a beneficio delle imprese insediate nell’area. Cercheremo, naturalmente, di mantenere con costanza questo dialogo e di attivare dei confronti con cadenza temporale alquanto ravvicinata al fine di perseguire obiettivi comuni a vantaggio delle aziende dell’intera area”.

Print Friendly, PDF & Email