Geometri e ANIS, protocollo d’intesa per diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro

CATANIA – Sensibilizzare la collettività, i professionisti e tutti gli organi competenti allo scopo di promuovere proposte legislative nel campo della sicurezza e della salute negli ambienti di vita e di lavoro, nel territorio provinciale e regionale. È questo l’obiettivo congiunto del Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della provincia di Catania e dell’ANIS, Associazione Nazionale Ingegneria della Sicurezza che rappresentati rispettivamente dai presidenti Paolo Nicolosi e Antonio Leonardi, hanno siglato un importantissimo protocollo d’intesa.

Troppi gli infortuni sul lavoro e i due organi professionali, che tutti i giorni hanno a che fare con situazioni di pericolo, soprattutto in campo edilizio, sentono la necessità e il dovere di intervenire in maniera forte e decisa per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori e dei cittadini. Con il protocollo d’intesa di vogliono incrementare le già numerose attività di formazione e aggiornamento delle categorie professionali e di promozione e diffusione della cultura della sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro in cui Collegio dei Geoemtri e ANIS sono già impegnati.

Il Collegio e l’ANIS, in particolare, si attiveranno per organizzare e promuovere iniziative congiunte quali:

  1. La Promozione di pubblicazioni, linee guida, manuali da diffondere a tutti i professionisti della provincia e della Regione Siciliana.
  2. La progettazione e l’organizzazione congiunta di corsi di formazione e aggiornamento, convegni, seminari per i quali gli organizzatori si impegnano a diffondere nel territorio provinciale.
  3. La Concessione del patrocinio riguardante i convegni, i seminari, i meeting, le tavole rotonde e le giornate di studio organizzati, anche singolarmente, dall’ANIS e dal COLLEGIO e attivazione per la loro diffusione.
  4. La Promozione di progetti speciali per la valorizzazione della cultura dei professionisti della sicurezza, coinvolgendo anche le istituzioni scolastiche, quelle universitarie e gli Enti pubblici.
  5. L’Istituzione di gruppi di lavoro e di studio per la predisposizione di un Codice Deontologico dei professionisti dell’ingegneria della Sicurezza.
  6. Partecipazione alle proposte di aggiornamento/revisione del nuovo prezzario dei lavori pubblici per le voci inerenti la sicurezza, da pubblicare e da diffondere, anche con l’avallo dell’Assessorato dei Lavori Pubblici.
Print Friendly, PDF & Email