Gianluca Manenti è il nuovo presidente provinciale Confcommercio Ragusa

Gianluca Manenti è il nuovo presidente provinciale Confcommercio Ragusa: “Sfida tutta in salita. Ma sono pronto a fare del mio meglio in tutti i campi”

RAGUSA – Gianluca Manenti, già presidente della sezione Ascom di Pozzallo, è il nuovo presidente Confcommercio Ragusa. E’ stato eletto dal consiglio provinciale dell’associazione di categoria. Rileva l’incarico che, sino alle scorse settimane, è stato ricoperto da Enzo Buscemi. Manenti, laureato in politica economica, master secondo livello in progettazione ed euroconsulenza e master in management delle regioni e degli enti locali, ha accettato con entusiasmo la nuova sfida anche se è ben consapevole che la strada sarà tutta in salita. “Il momento non è dei più semplici per la nostra associazione di categoria e per il comparto del commercio più in generale – afferma Manenti – ma questo non mi esonera dall’accettare un ruolo che si preannuncia molto articolato e con tutta una serie di problematiche connesse che occorrerà affrontare con il giusto piglio. Sono convinto che ci siano tutte le premesse per potere fare bene anche se occorrerà operare con grande intensità sin dal primo minuto. Ma il grande lavoro, anche quando è parecchio consistente, non mi spaventa. Anzi, tutt’altro. Mi stimola a dare il massimo. Ho già in mente tutta una serie di progetti da attuare che auspico possano aiutarci nel portare avanti questo percorso nella maniera più corretta possibile. E’ fondamentale che si possa subito partire con il piede giusto. Ringrazio tutti i componenti del sistema Confcommercio che hanno voluto investirmi di questo onore che cercherò di assolvere al meglio delle mie possibilità. Sono pronto a fornire il mio supporto a tutto il personale dell’associazione di categoria. Inoltre, ringrazio il presidente Buscemi e tutta la Giunta provinciale che è rimasta in carica sino ai giorni scorsi. Ora, però, basta indugiare oltre con le parole perché quello che tutti si aspettano sono i fatti. E comincerò a concretizzarli sin da subito”.

Print Friendly, PDF & Email