I primi 50 anni del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro

Una Categoria che oggi è punto di riferimento importante nel mondo del lavoro

Sono trascorsi 50 anni dall’insediamento del primo Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro. Una professione che in questi anni ha acquisito numerose e più definite competenze, che si sono aggiunte a quelle già individuate e riconosciute dalla Legge 11 gennaio 1979, n. 12, che regolamenta l’attività dei Consulenti del Lavoro iscritti all’albo. Così come numerosi sono i riconoscimenti legislativi che la Categoria ha saputo conquistarsi nel tempo, grazie alla funzione sociale che quotidianamente svolge nei confronti dello Stato e dei cittadini, portandola ad essere oggi un punto di riferimento importante nel mondo del lavoro.
La Presidente Nazionale Marina Calderone ha voluto inviare una lettera a tutti i Consigli provinciali dell’Ordine per ricordare i membri di quel primo Consiglio Nazionale nel 1965. Alla presidenza era stato nominato Cesare Orsini, che rimase in carica fino al 1977, seguito da Aldo Balzi, Vicepresidente; Paolo Marceca, Segretario e Guerrino Gambini, Tesoriere; i nove Consiglieri erano: Fabrizio Bertoldi, Attilio Cardellicchio, Alfonso Falanga, Corrado Lepri, Giovanni Mantelli, Biagio Mastria, Mario Orsaria, Ettore Pozzi e Renato Ranghino; mentre Alfredo Piacelli era stato eletto al vertice del Collegio dei Revisori dei Conti con i Revisori Enzo Busi e Salvatore Schintu.
La dura crisi economica ed occupazionale che il Paese sta vivendo negli ultimi anni, ha visto i Consulenti del Lavoro confrontarsi con la politica e le Istituzioni per farsi portavoce delle difficoltà vissute dalle imprese e dai lavoratori, contribuendo così al dibattito nazionale sui grandi temi del lavoro, della fiscalità e dell’economia attraverso un pensiero tecnico e libero, che trae le sue riflessioni dall’esperienza di 28.000 professionisti che operano con onestà, tenacia e grande professionalità su tutto il territorio nazionale.
“Certamente, ciò che siamo oggi – ha commentato la Presidente Marina Calderone – è frutto di una storia che ha le sue radici in un percorso antico, sviluppato grazie al lavoro appassionato e disinteressato di tanti colleghi che nel corso dei decenni hanno avuto ruoli di responsabilità nelle nostre istituzioni, in ambito nazionale e provinciale. A tutti loro va il mio sentito ringraziamento e quello di tutto il Consiglio Nazionale. Sono sicura che nel nome del loro impegno troveremo ancora più passione e dedizione per raggiungere nuovi traguardi”.

Print Friendly, PDF & Email