Polizia, Tonelli (Pres. Sap) a Radio Cusano Campus: “Videocamere su agenti sarebbero un problema per chi va in piazza a fare il mascalzone”

Tonelli (Pres. Sap) a Radio Cusano Campus: “Chi si oppone alla proposta è in malafede. Alcuni politici fiancheggiano i professionisti del disordine pubblico”

“Videocamere su agenti? Sarebbe un problema per chi va in piazza a fare il mascalzone. Dispiace che ci siano politici che fanno da fiancheggiatori ai professionisti del disordine pubblico”. Gianni Tonelli, Presidente del Sap (sindacato autonomo di Polizia), è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Legge o giustizia?”, condotta da Matteo Torrioli su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.
“Targhette identificative? Noi vogliamo le videocamere sulle divise degli agenti –ha affermato Tonelli-, perché le forze dell’ordine non vanno in piazza per commettere degli errori. I problemi ce li avrebbero quelli che vengono alle manifestazioni per fare i mascalzoni. E mi dispiace che ci siano forze politiche che si prestano a fare da fiancheggiatori ai professionisti del disordine pubblico. A questa proposta delle videocamere si oppongono quelli che sono in malafede, che dietro una bandiera di falsa garanzia nascondono un manifesto contro le forze dell’ordine e a favore dei professionisti del disordine pubblico.  Mi riferisco a tutti quei politici, di schieramenti trasversali, che stanno sostenendo la proposta delle targhette identificative. Io il numeretto me lo tatuo anche sulla fronte, l’importante è che abbia anche una telecamera che mi garantisca se qualcuno mi accusa ingiustamente”.

Print Friendly, PDF & Email