Ragusa. Abusivismo nel settore dell’autoriparazione: Fenomeno insostenibile

Il 4 dicembre si terrà una iniziativa promossa dalla CNA a Ragusa con il responsabile nazionale di settore

Ragusa, 23 novembre 2015 – E’ giunta al termine la serie di riunioni territoriali promosse dalla Cna Autoriparazione Ragusa sul tema dell’abusivismo nel settore. Nelle assemblee coordinate dal presidente del comparto, Vincenzo Canzonieri, dal responsabile provinciale, Giorgio Stracquadanio, nonché da Maria Carmela Modica Belviglio, componente della presidenza provinciale con delega all’abusivismo, si è registrata la presenza di numerosi titolari di attività che operano nella legalità ed è emerso con forza come il fenomeno sia oramai poco sostenibile. “L’abusivismo – è stato più volte ripetuto nel corso delle assemblee – è un danno per le “imprese vere”, un rischio per i consumatori, un problema per lo Stato e le amministrazioni locali. In provincia, il fenomeno, in poco tempo, ha raggiunto dimensioni importanti e presenta caratteristiche diverse all’interno dei vari territori”. Per questo motivo Cna Autoriparazione ha deciso di organizzare un incontro che si terrà venerdì 4 dicembre alle 19 presso la sede della Cna provinciale a Ragusa in via Psaumida. Allo stesso sarà presente il responsabile nazionale del settore, Antonella Grasso, nonché i vertici regionali del comparto. Sono stati inoltre invitati a partecipare anche il prefetto e i rappresentati delle forze dell’ordine (carabinieri, polizia stradale, guardia di finanza e polizia provinciale). “Abbiamo la consapevolezza – dice Canzonieri – che il fenomeno sia difficile da contrastare da parte degli organi competenti in ragione della dimensione clandestina all’interno della quale si muove. Pensiamo, ad ogni modo, di elaborare e predisporre proposte che guardino a sistemi di controllo e monitoraggio a monte della filiera”.

Print Friendly, PDF & Email