Ragusa. CNA: “Riflessione a più voci su accesso al credito nel sesto anniversario della scomparsa di Pippo Tumino”

A sei anni dalla scomparsa dell’indimenticato Pippo Tumino la Cna provinciale di Ragusa promuove un confronto a più voci sulle problematiche dell’accesso al credito. L’appuntamento è in programma giovedì 16 giugno. Ci sarà anche il direttore della Divisione economica e sociale della Cna nazionale Claudio Giovine

RAGUSA – A sei anni dalla prematura scomparsa di Pippo Tumino, indimenticato dirigente della confederazione, la Cna provinciale di Ragusa ha inteso promuovere un importante momento di confronto su una tematica che a Tumino era molto cara. Giovedì 16 giugno, infatti, nella sala conferenze dedicata proprio a Pippo Tumino, nella sede di via Psaumida 38 a Ragusa, è in programma, a partire dalle 18,30, una tavola rotonda sul tema: “Accesso al credito – Torneranno i (bei) tempi di una volta?”. Interverrà, tra gli altri, il direttore della Divisione economica e sociale della Cna nazionale, Claudio Giovine. “La questione da affrontare – spiega il presidente provinciale Cna, Giuseppe Santocono – è molto semplice nella sua complessità. Cercheremo di comprendere, infatti, in che termini si è modificato il rapporto delle imprese con il sistema del credito e viceversa. E lo faremo ricollegandoci a un argomento che Pippo Tumino, anche come presidente della Camera di commercio, aveva affrontato svariate volte. La nostra sarà una riflessione a più voci sul tema. Da un lato la Cna a vari livelli, dall’altro alcuni rappresentanti del sistema bancario, del mondo dei consorzi fidi, delle istituzioni di servizio alle imprese, affinché ci possa essere una condivisione di idee sulle prospettive dell’accesso al credito. Non diciamo niente di strano sostenendo che, a causa del perdurare di una crisi ormai strutturale, il credito ha cambiato pelle. Anche di recente, nel corso di un convegno nazionale tenuto dalla Cna lo scorso 23 maggio, abbiamo appurato come quello che è stato finora il credito, con certi criteri per la concessione dei finanziamenti, non esiste più. Dobbiamo quindi cercare, tutti assieme, di interpretare le nuove coordinate su cui lavorare e di comprendere la direzione verso cui si muove il mondo bancario, nonché quale potrà essere in futuro il ruolo dei consorzi fidi. Nell’ambito di questa discussione, inoltre, sarà interessante verificare quali sono le richieste delle imprese sul fronte del credito e rendersi conto se esistono eventualmente degli strumenti alternativi”. A dare vita alle varie riflessioni, oltre a Giovine, saranno Carmelo Arezzo, segretario generale della Camera di Commercio, Emanuele Occhipinti, responsabile Crediti speciali della Bapr, e Giancarlo Scollo, direttore generale Unifidi Imprese Sicilia. Parteciperà anche il segretario regionale Cna Sicilia, Mario Filippello. A moderare i lavori sarà il giornalista Michele Nania, responsabile della redazione di Ragusa del quotidiano “La Sicilia”.

Print Friendly, PDF & Email