Ragusa. Il presidente provinciale Fimaa scrive al sindaco Piccitto: “il comune predisponga gli strumenti necessari per evitare lo stallo dei rogiti a discapito della cittadinanza”

RAGUSA – Il presidente provinciale Fimaa Ragusa, il sindacato della federazione italiana mediatori agenti d’affari aderenti a Confcommercio, ha inviato una nota al sindaco Federico Piccitto, e al Consiglio comunale, avente ad oggetto la necessità di affrancare i vincoli riguardanti il prezzo massimo di rivendita previsti dalle convenzioni urbanistiche contenute in un decreto legge del 2011 successivamente convertito in legge. “In nome e per conto degli agenti immobiliari professionisti del Comune di Ragusa – sottolinea il presidente Ivan Tirrito – e in virtù delle numerose difficoltà notarili riscontrate in fase di rogiti, allo scopo di evitare lo stallo dei trasferimenti, chiediamo al Comune, in qualità di organo deliberante, di predisporre tempestivamente gli strumenti necessari affinché la normativa citata trovi piena applicazione. Tutto ciò in considerazione delle gravi conseguenze incidenti sulla contrattazione immobiliare a seguito di quanto statuito, in materia, dalla Suprema Corte di Cassazione nel settembre 2015. Ribadiamo che tutto ciò è fatto proprio per evitare uno stallo sui rogiti a discapito della cittadinanza”.

Il presidente provinciale Fimaa Ragusa, Ivan Tirrito
Print Friendly, PDF & Email