Tanasi (Codacons) chiede alla regione e al ministro Lorenzin di prorogare fino al 2019 le disposizioni sulle vaccinazioni in Sicilia

Ha seguito del caos vaccini generato dal decreto Lorenzin, che ha comportato la chiusura di diversi ambulatori vaccinali anche per mancanza di personale nonché numerosi momenti di tensione spesso sfociati in aggressioni fisiche e verbali nei confronti dei medici degli ambulatori, scende in campo il Segretario Nazionale  CODACONS prof. Francesco Tanasi  che chiede alla Regione Siciliana  e al Ministro della salute Beatrice Lorenzin di prorogare al 2019 le disposizioni normative sulle vaccinazioni.

Nella situazione di totale caos vaccini che si sta determinando in Sicilia –  afferma Tanasi-  la Regione Siciliana ha pieno diritto di decidere in autonomia una deroga alla legge nazionale seguendo l’esempio virtuoso della regione Veneto. Lo Statuto Speciale riconosce, infatti, all’ Assemblea Regionale ampia autonomia in alcune materie come la sanità.

La deroga si rende assolutamente necessaria  per arginare il caos nelle iscrizioni a scuola e  asili causato da una legge, quella voluta dal ministro Lorenzin, varata in fretta e furia, piena di errori e zone grigie. – conclude Tanasi

Print Friendly, PDF & Email