Terremoto. Raccolta fondi e marcia non competitiva a Palermo per donare uno scuolabus ad Amatrice

PALERMO – #Seipuntozero, una camminata sportiva, che inizierà il prossimo sabato 24 settembre dalla piazza Valdesi di Mondello a partire dalle ore 8:30, per raccogliere fondi tra i partecipanti per l’acquisto di uno scuolabus da donare agli scolari del Comune di Amatrice, ad un mese dal terremoto che lo ha distrutto.
Le adesioni di quanti intendono partecipare, ed ai quali viene richiesta una donazione minima di 10 euro, si fanno solo accedendo al sito www.seipuntozerorun.it .
L’iniziativa di beneficenza, presentata oggi al Palazzo delle Aquile di Palermo, si svolgerà in contemporanea in varie città d’ITALIA, dalla Valle D’AOSTA alla Sicilia, la giornata di sabato 24 settembre ed è aperta a tutti, sportivi e no.
“Confermando la vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma, e GIA’ espressa anche con la Protezione Civile del Comune – ha dichiarato il Sindaco, Leoluca Orlando – esprimo a nome della Città di Palermo apprezzamento per l’iniziativa #Seipuntozero, ed a quanti anno voluto organizzarla nella nostra città, per donare uno scuolabus al Comune di Amatrice”. Il Sindaco Orlando sarà presente alla partenza della manifestazione di Mondello, la mattina di sabato 24 settembre prossimo.
Tra i promotori della raccolta fondi per le popolazioni colpite dal terremoto, la maratoneta palermitana Luisa Balsamo ed il consigliere comunale Rosario Filoramo, che parteciperanno invece alla marcia, che si snoderà in un circuito di circa 5 chilometri, partendo da piazza Valdesi e, passando da Viale Regina Elena, fino a piazza Mondello e ritorno, da Viale Principe di Scalea, al punto di partenza.
Si inizierà dalle ore 08:30, ma i partecipanti non avranno orari di partenza, ne andature prestabilite: potranno scegliere dove correre o camminare ed a quale ora e lungo quali strade.
Ai partecipanti saranno date pettorine senza numerazione da indossare.
“6.0 da unità di misura del terremoto, della scala Richter, deve tornare ad essere un’andatura” nell’intento dei promotori dell’iniziativa #Seipuntozero.

Print Friendly, PDF & Email