Tina Anselmi, prima donna italiana ministro: A 40 anni dalla nomina un convegno pubblico per ricordarla

Venerdì 29 luglio, Castelfranco Veneto, ore 9.30-11.30

Castelfranco Veneto – Non solo 70esimo anniversario del suffragio universale. Nel 2016 si festeggia un’altra ricorrenza molto importante per le donne italiane. Il 29 luglio 1976 Tina Anselmi, partigiana, sindacalista e deputata in Parlamento dal 1968, veniva nominata dall’allora presidente del Consiglio Giulio Andreotti ministro del Lavoro e della Previdenza sociale: avrebbe giurato il giorno successivo, come prima donna nella storia della Repubblica ad avere un incarico di governo. A 40 anni esatti da questo evento la Fnp Cisl del Veneto, con il proprio coordinamento donne e in collaborazione con la realtà provinciale del sindacato, organizza il convegno Tina Anselmi, prima donna italiana ministro a Castelfranco Veneto, sua città natale. L’appuntamento, aperto al pubblico, è per venerdì 29 luglio, nella sala consiliare del municipio, dalle 9.30 alle 11.30: fra i relatori ci sarà anche Maria Anselmi, sorella dell’onorevole oggi 89enne, e le Poste italiane saranno presenti con la riproposizione dello speciale annullo filatelico emesso il 2 giugno per ricordare il 40esimo del giuramento del primo ministro donna italiano, oltre a una cartolina commemorativa ideata in collaborazione con il coordinamento donne Fnp Cisl Veneto.

Tina-Anselmi-recente
Tina Anselmi

«Tina Anselmi è una donna che è stata prima in tutto, a partire da quando a 17 anni ha scelto di diventare staffetta partigiana – spiegano dalla Fnp Cisl Veneto – Il suo impegno politico e sindacale deve essere un esempio anche per i giovani, che vediamo purtroppo distaccati dall’interesse per il bene comune». A Tina Anselmi, che è stata fra i fondatori della Cisl e un dirigente sindacale prima di entrare in politica, si devono per esempio la legge sulla maternità e sul Servizio sanitario nazionale (è stata anche ministro della Sanità dal 1978 al 1979). Una particolare attenzione, insomma, alle questioni sociali, alla donna e al suo ruolo nella società, conscia di essere lei per prima un esempio e altrettanto conscia che la lotta per i diritti non è mai una questione chiusa. Due sue considerazioni sono emblematiche al riguardo: «Quando le donne si sono impegnate nelle battaglie, le vittorie sono state vittorie per tutta la società. La politica che vede le donne in prima linea è politica di inclusione, di rispetto delle diversità, di pace», alla quale si aggiunge «dico alle mie nipoti: attente, fate la guardia perché le conquiste non sono mai definitive». Al convegno sono stati invitati a partecipare i 95 sindaci della Marca e, in particolare, tutte le parlamentari trevigiane.

Programma
Introduzione:
Francesco Rorato, segretario regionale Fnp Cisl Veneto
Interventi:
Stefano Marcon, sindaco di Castelfranco Veneto
Maria Trentin, coordinamento donne Fnp Cisl nazionale
Maria Gomierato, ex sindaco di Castelfranco Veneto
Maria Anselmi, sorella dell’on. Tina Anselmi

Print Friendly, PDF & Email