Vittoria. Dopo il sit in di sabato scorso all’autoporto, la Cna scrive al sindaco

la Cna territoriale di Vittoria scrive al sindaco e pone alcuni interrogativi sulla necessità di ottenere risposte puntuali circa il riavvio dei lavori al cantiere

VITTORIA – Non si arresta l’attività di sollecitazione della Cna provinciale di Ragusa, in collaborazione con l’associazione territoriale, che punta a mantenere l’attenzione sull’autoporto di Vittoria. Dopo il sit in di sabato scorso, tenutosi in contrada Crivello, dove ha sede il cantiere dell’infrastruttura, manifestazione che ha visto una significativa partecipazione dei dirigenti provinciali e regionali della Cna, è stata inviata una lettera al sindaco di Vittoria in cui si chiede un incontro urgente. “Vorremmo capire – dice il presidente della Cna territoriale di Vittoria, Giuseppe La Terra – quali sono i problemi e le difficoltà che stanno alla base dei notevoli ritardi accumulati nella realizzazione dell’opera. Il cantiere è chiuso da agosto 2014. Sentiamo parlare di varianti suppletive dei lavori di realizzazioni. Poche settimane fa l’Amministrazione dichiarava: “Sono stati definiti nei contenuti i termini della seconda perizia variante suppletiva per il maggior importo concesso dal Dipartimento delle Infrastrutture e Mobilità e, appena sarà approvata la perizia, sia in linea tecnica che in via amministrativa, entro la fine di febbraio, i lavori saranno ripresi, e dovranno essere ultimati entro quattro mesi”. Ma dopo quelle parole tutto è rimasto fermo, immobile. Come mai queste varianti? Cosa è successo? Perché tutto si è bloccato?”. Questi gli interrogativi che la Cna pone all’Amministrazione comunale nella speranza che possano arrivare risposte precise.

Print Friendly, PDF & Email