Vittoria. Doppia destinazione d’uso di terreni e immobili di contrada Alcerito, la proposta della CNA ai capigruppo

Doppia destinazione d’uso per i terreni e gli immobili delle diverse attività artigianali esistenti lungo la strada Alcerito. La Cna comunale di Vittoria avanza proposta ai capigruppo in un incontro organizzato e voluto dall’associazione di categoria

VITTORIA – Doppia destinazione d’uso per i terreni e gli immobili delle diverse attività artigianali e commerciali che si sono sviluppate nel corso degli anni lungo la strada Alcerito. Questa la proposta che la Cna comunale di Vittoria ha avanzato ai capigruppo in Consiglio comunale presenti all’incontro voluto dall’associazione di categoria. Al presidente del Consiglio comunale, Andrea Nicosia, ai capigruppo Alfredo Vinciguerra e Peppe Nicastro (Di Falco (Pd) e Barrano (Riavvia Vittoria) erano assenti per motivi personali, gli altri non sono pervenuti) è stato fatto notare che in una striscia di terreno agricolo lunga oltre 10 chilometri, che si estende dal mercato ortofrutticolo in poi, sin dagli anni ’70 e accanto ad aziende serricole, si sono impiantate diverse imprese che operano nel settore degli imballaggi, della logistica e dei servizi all’agricoltura. Ad oggi questi immobili non hanno ancora una giusta destinazione d’uso. Questo ha impedito e impedisce ai titolari di queste attività di poter accedere a contributi comunitari, finanziamenti e agevolazioni varie. La volontà dell’amministrazione e di molte forze politiche è quella di regolarizzare questa condizione oramai anomala e hanno colto positivamente l’osservazione della nostra organizzazione. Intanto lo schema di massima del nuovo Prg è stato approvato dalla commissione “Assetto territoriale”. Quindi a breve l’atto sarà portato in Consiglio comunale. La Cna comunale di Vittoria è già impegnata in una forte opera di sensibilizzazione tra le imprese di quella zona per portarle fuori dal limbo urbanistico in cui si sono e sono state cacciate. Il rilancio dell’economia passa per atti e scelte politiche che rimettano ordine e creino nuove possibilità di sviluppo e di progresso. Pertanto la Cna inviterà cittadini e imprese a sottoscrivere la proposta che sarà inviata all’Amministrazione e ai gruppi politici presenti in Consiglio.

Print Friendly, PDF & Email