Acate. “Il Risorto”. Musical di Daniele Ricci.

Pietro Mezzasalma, Acate (Rg), 6 aprile 2015.- Grande successo di critica e di pubblico ha avuto il musical “Il Risorto”, oltre il dolore e la croce” di Daniele Ricci, rappresentato davanti all’ingresso del maniero dei Principi di Biscari dall’Associazione Culturale de ” Theatro Antigone Acate” con la regia della bravissima Daniela Morando. Un folto pubblico commosso ed entusiasta ha seguito con gioia e stupore i vari momenti del musical “Il Risorto”, che è la storia della Passione, Morte e Resurrezione di Gesu’ di Nazaret dall’ingresso a Gerusalemme, l’arresto ed al processo, dal Golgota alla Crocifissione, alla morte e alla Resurrezione con l’annuncio alle donne ed ai discepoli. L’opera di Daniele Ricci, autore di progetti liturgici, di catechesi e di teatro musicale per ragazzi e giovani, è stata studiata nei minimi particolari e riadattata, con l’inserimento di significativi brani musicali e canzoni, dalla regista Daniela Morando per gli attori del” Theatro Antigone Acate”.
Il sindaco Franco Raffo, il presidente del Consiglio Comunale Biagio Licitra, il parroco don Giuseppe Raimondi e l’ex parroco don Girolamo Bongiorno si sono complimentati con la regista Daniela Morando e il suo staff di attori, tecnici, musicisti e scenografi per aver portato in scena un musical eccezionale e significativo. ” Dall’idea di Filippo Blanco -ha sottolineato Daniela Morando – abbiamo voluto mettere in scena il Musical “Il Risorto”. L’autore Daniele Ricci, a cui mi sono liberamente ispirata, ha anche dato una linea precisa: valorizzare le figure femminili, trasfondendo in ogni brano tutto cio’ che, da parte delle donne, è intuizione, condivisione,maternità, accoglienza, curarsi di amore e delicatezza. Queste stesse caratteristiche, afferma l’autore, non possono certo relegarsi a pregi del sol gentil sesso, perchè sono valori dell’umanità intera; è questa la chiave di lettura dell’opera. Essa – ha proseguito la regista Morando – è stata messa in scena da diverse compagnie in tutto il mondo.Mi preme rilevare – ha proseguito – la presenza tenera e meravigliosa di Nicole e Sophie Polizzi, la bravura della coreografa Federica Pettinato, un’amica e una brava professionista, la disponibilità della costumista Margherita Cubisino, e quella delle truccatrici Enza Guardabasso e Sandra D’Amato, la bravura di tutti i solisti. Il coro merita una menzione particolare: persone che hanno saputo mettersi in gioco, con grande umiltà e senso di gioia e affetto; e tutti quelli che hanno collaborato alla riuscita della rappresentazione; come il service di Salvo Perez, che già da qualche anno, ci segue in queste nostre avventure teatrali, ed il tecnico audio Emiliano Meli, che ringrazio, per la sua infinita pazienza e preparazione. La mia regia, che ho specificato essere un modesto adattamento, si è liberamente ispirata ad una interpretazione dell’opera di Daniele Ricci, partendo dalla realtà dell’epoca in cui ha operato e vissuto Gesu’, accostandosi in punta di piedi, al nostro tempo; ho voluto miscelare l’antico sempre nuovo, calato inesorabilmente nel presente, ed è a questo proposito che voglio ringraziare i ragazzi che hanno interpretato, ballando, il mondo di oggi con le sue coreografie, Federica Pettinato, ha saputo cogliere perfettamente qual era la mia idea del “Risorto”, ed infatti, come avete potuto notare, ilcorpo di ballo, si è alternato in una serie di discipline che sono andate dal classico al latino americano, al moderno e al Hip Hop; la tenerezza di questi ragazzi è stata ed è per tutti noi adulti un balsamo al cuore. Sento il dovere di ringraziare il presidente dell’Associazione Culturale De Theatro Antigone, che si è profuso in una interpretazione magistrale del Cristo, unitamente a Piero Avola che ha interpretato Tommaso, vera rivelazione di quest’anno. Un pensiero affettuoso va anche al giornalista Salvatore Cultraro, la voce del musical. Infine, voglio fare una promessa – ha concluso la regista Daniela Morando – a nome dell’Associazione , cioè quella di riproporre ogni anno, in questo giorno della Santa Pasqua, “Il Risorto” aggiungendo nuovi personaggi in maniera tale che diventi un appuntamento di gioia, il giorno della Pasqua, nella nostra cittadina di Acate. Alla regista Daniela Morando, che ha ricevuto sinceri, cordiali e affettuosi applausi e complimenti è stato donato un omaggio floreale.
 

Print Friendly, PDF & Email