Al Carnevale di Chiaramonte Gulfi concorsi gastronomici e laboratori del gusto

Carnevale 2015 la presentazione di ieri sera
La conferenza stampa di presentazione

Chiaramonte Gulfi, 13 febbraio 2015 – Il Carnevale 2015 a Chiaramonte è anche buona cucina. Il Consorzio Chiaramonte promozione e sviluppo territoriale ha presentato, ieri pomeriggio, al ristorante “Antica Stazione”, il concorso regionale di gastronomia “Terra matta – Città di Chiaramonte Gulfi, aspettando Expo 2015” e il laboratorio del gusto “Terra matta”, dal nome del bestseller di Vincenzo Rabito. “Il Consorzio – ha dichiarato il presidente Mario Molè – nato dalla volontà dell’Amministrazione comunale e dei produttori di olio, vino, conserve e dei frantoi oltre che dei ristoratori e albergatori chiaramontani che hanno creduto nella forza di aggregare le loro offerte e nella volontà di cambiare, ha organizzato queste due manifestazioni per mettere in luce quelli che sono i prodotti e le eccellenze gastronomiche di questa importantissima terra. Si tratterà di due modi diversi di fare show cooking”. Alla presentazione di ieri anche gli assessori comunali Alessandro Cascone e Christian Schembari Gatto, il presidente della Consulta dei giovani, Giancarlo Catania, e il responsabile della sezione di Chiaramonte dell’istituto alberghiero “Principi Grimaldi” di Modica, Mario Cutello. A partire dal 26 febbraio, e per quattro giovedì fino al 9 aprile, si terranno quattro laboratori del gusto in cui esperti del settore enogastronomico, valenti artigiani, produttori locali, cuochi stellati e selezionatori guideranno i partecipanti in una serie di degustazioni speciali con l’obiettivo di scoprire tutti i prodotti dell’enogastronomia d’eccellenza. Durante gli appuntamenti ci saranno momenti dedicati alla lettura di alcuni passaggi di “Terra Matta”. Nelle cucine e nelle sale sarà presente il personale della scuola alberghiera “Principi Grimaldi”. Questi gli appuntamenti. Il 26 febbraio al ristorante “U Dammusu” spazio al “Maiale nero siciliano, un confronto con il passato”, con lo chef Vincenzo Candiano. Giovedì 12 marzo alla Locanda Gulfi, con lo chef Claudio Ruta, in primo piano “L’olio e i presidi Slow food iblei”. Il 26 marzo, al ristorante Majore, con lo chef Franco Digrandi, si andrà “Alla scoperta delle verdure selvatiche”. Infine giovedì 9 aprile, all’Antica stazione, con lo chef Marco Tozzi, spazio a “Il maiale della tradizione chiaramontana”. Inoltre, dopo il successo dello scorso anno, all’inizio di aprile prenderà il via la seconda edizione del concorso gastronomico “Terra Matta”. Nato dalla collaborazione tra l’istituto alberghiero e il Consorzio, il concorso ha l’obiettivo di fare emergere le potenzialità dei giovani futuri chef nazionali che utilizzano i prodotti del comprensorio chiaramontano. Il concorso si svilupperà in due momenti: la selezione interprovinciale, in cui la Sicilia sarà suddivisa in tre zone come le antiche valli (Val di Mazara, Val Demone e Val di Noto) e la finale regionale che si terrà a Chiaramonte il 18 aprile e che vedrà la realizzazione del menu scelto in fase di iscrizione e selezione. Il Carnevale a Chiaramonte prosegue con la giornata di domani, sabato 14 febbraio, dedicata ai più piccoli e alle famiglie. Alle 10, in piazza Duomo, l’animazione con gli studenti dei vari istituti scolastici tutti in maschera. Alle 16,30, al palazzetto dello sport, sarà la volta dell’associazione Namastè con l’iniziativa “1, 2, 3 balli e salti con Namastè” rivolta a tutti. In serata, a partire dalle 20, sempre al palazzetto, la degustazione, a cura dell’associazione Villaggio Gulfi, di “maccarruna cco sucu ri maiali, vino e chiacchiere”. E quindi la fantasia di Carnevale (ballo e animazione per tutta la famiglia) curata da Antonello Mineo.

 

Print Friendly, PDF & Email