Al via Aisthetikòs: tre eventi artistici al teatro Donnafugata

Ragusa, 09 ago 2014 (italreport) – Si terrà oggi alle ore 19,30 al Teatro di Donnafugata di Ragusa la presentazione della mostra Aisthetikòs, un progetto complesso che comprende tre eventi artistici in cui l’arte visiva, pittura materica e scultura, dialoga con la musica. Il concetto del percepire e del sentire costituisce l’elemento d’unione che trova nella cultura d’avanguardia, artistica e musicale, degli anni cinquanta un comune denominatore. Una sottile narrazione si snoda tra la purezza del linguaggio scultoreo di Pirruccio, la ricerca materica di Greco e la interpretazione musicale di Branciamore sulle note di Evans, orientandosi così il progetto verso i concetti di sintesi, essenzialità e sospensione di una nuova estetica che vede tre artisti esprimersi secondo il proprio stile.
Vincent Pirruccio ha fatto della scultura in ferro il suo linguaggio specifico. La sua esperienza nazionale e internazionale lo conduce verso una sintesi negli ultimi lavori. Le sue sculture, caratterizzate da un equilibrio instabile, relazionandosi con l’ambiente e con le persone, tracciano un percorso che tocca Ragusa superiore, Ibla, Marina di Ragusa, Castello di Donnafugata, tessendo un continuo dialogo tra arte e territorio. Paolo Greco propone una serie di lavori incentrati sulla ricerca plastica ed esposti negli spazi del Teatro di Donnafugata. La pittura si avvale  di un’indagine materica che guarda alle avanguardie degli anni cinquanta, per risolversi in interessanti e singolari soluzioni formali dove il gioco del riciclo diviene poetica dello scarto industriale. Gli interventi critici della curatrice Ornella Fazzina, di Giuseppe Carrubba, Renato Scatà e Salvatore Sequenzia metteranno in evidenza la relazione multidisciplinare tra musica ed arte, e a seguire alle ore 20,30 Francesco Branciamore, musicista e compositore riconosciuto a livello internazionale, presenterà un tributo a Bill Evans, attraverso l’ascolto di musiche da lui composte e dirette. Le composizioni di Evans sono state riscritte e reinterpretate in un terreno di autentica ricerca, dove la tradizione si coniuga con l’originalità e la preziosità degli arrangiamenti. Aisthetikos è voluta fortemente da quanti hanno collaborato a questa importante iniziativa e credono che gli artisti sono magiche persone capaci di imprimere il loro segno in modo indelebile nell’anima di chi sa cogliere il loro messaggio. L’iniziativa ha questo scopo nel ricordare la persona straordinaria che era il maestro Vincent Pirruccio.

Print Friendly, PDF & Email