Al via sabato la nuova stagione al teatro “Donnafugata” di Ragusa

Ragusa, 26 novembre 2014 – E’ l’attore comico che ha rivoluzionato la comicità in televisione, all’insegna del “politicamente scorretto” piuttosto che del “politicamente corretto”. Autore di programmi di successo, come quelli andati in onda nei mesi scorsi su Raitre o su Comedy, fa della satira non solo uno strumento per ridere e sorridere ma anche per denunciare ferocemente quel che non va nel Paese Italia. Lui è Giorgio Montanini, poliedrico attore comico e satirico che sabato 29 novembre alle 21 e domenica 30 novembre alle 18 aprirà a Ragusa Ibla la nuova stagione del Teatro Donnafugata portando in scena “Nemico Publico”, una riduzione teatrale dell’omonimo programma di successo trasmesso dalla terza rete Rai. Montanini fa della dissacrazione, della provocazione, del disvelamento dei luoghi comuni, il vero punto di forza dello spettacolo che ci propone. Il “Nemico Pubblico” che porta a teatro, prende spunto dall’omonima trasmissione televisiva che l’ha visto protagonista come uno dei primi e maggiori esponenti degli “Stand Up Comedian”. Nelle ultime settimane Montanini ha fatto discutere di sé con la copertina di apertura del programma “Ballarò”, sempre su Raitre. L’attore porta in terra iblea il genere “stand-up comedy”, dialogando in un modo diretto e incalzante con il pubblico, con in mano soltanto un microfono. Irriverente e dissacrante, Montanini prende di mira i luoghi comuni, gli stereotipi, gli estremismi di ogni tipo e categoria, gli stili di vita. Ne ha davvero per tutti, e riesce a far scoprire ad ogni spettatore divertendolo la propria personale autoironia. Un ritmo sempre alto, scandito dalle risate che non possono non accompagnare ogni singola battuta in uno spettacolo che, per ovvi motivi, è vietato ai minori di 18 anni. E del resto la satira ormai da duemila anni sferza il potere con “gioiosissima ferocia”. Ma “Nemico Pubblico” va oltre. Non si ferma a prendere di mira il classico potere costituito, ma si sofferma su quello rappresentato dall’ipocrisia della società, della gente, del vicino di casa, la nostra. Dunque non una comicità ammiccante e rassicurante, ma una comicità che non fa sconti a nessuno. Ecco perché è una satira che potrebbe essere percepita come nemico pubblico. La stagione teatrale, che vede alla direzione artistica Vicky e Costanza Di Quattro con la consulenza dell’attore e regista Carlo Ferreri, ha trovato il supporto del Senato, della Camera di Commercio di Ragusa, della Banca Agricola Popolare di Ragusa e di altre aziende private per la cultura. Ancora aperte le prenotazioni per questo primo spettacolo. Basta contattare il Teatro Donnafugata ai numeri telefonici 3392912245 o 3339443802. www.teatrodonnafugata.it

Print Friendly, PDF & Email