Arte: iniziata a Scicli (Rg) la residenza artistica all’interno dell’antico mulino Site Mill

Il progetto “Meravigliosamente” è promosso dal collettivo Site Specific

SCICLI (RG) – E’ iniziata la residenza artistica all’interno di “Site Mill – Mulino San Nicolò”, l’antico mulino di Scicli. Nella struttura privata, riqualificata da Sasha Vinci e dal collettivo Site Specific, da un anno restituito alla fruizione pubblica, in questi giorni è un tripudio di vitalità artistica. Sono infatti in piena attività creativa oramai da più di una settimana, Paola Angelini di San Benedetto del Tronto, Alessandro Fogo di Thiene e Anna Gramaccia di Perugia, tre artisti ospitati in città affinché la possano vivere a fondo ed altrettanto a fondo la possano raccontare con la loro pittura contemporanea. Guidati dal critico-curatore Andrea Bruciati (direttore artistico di ArtVerona), che sta accompagnando gli artisti durante tutte le fasi sperimentali di questa esperienza di residenza artistica sciclitana, il progetto è già entrato nel vivo.
L’opportunità di mobilità offerta a questi tre talentuosi artisti contemporanei sta assumendo, come era d’altronde nelle intenzioni degli organizzatori, grande importanza come parte essenziale sia delle iniziative artistiche che stanno connotando le attività promosse dal collettivo di Site Specific, che delle carriere professionali degli stessi tre artisti i quali, dopo la prima settimana di vera e propria contaminazione con la nostra cultura, tradizione, storia ma anche con il vissuto quotidiano tutto sciclitano e siciliano, sono già al lavoro per la narrazione di tale esperienza attraverso la pittura. Sono stati giorni, questi appena trascorsi, assai preziosi per i tre artisti. La loro sensibilità, il loro retaggio culturale e persino la loro personale ed umana percezione della realtà circostante, sollecitata dal continuo ed attento girovagare per vie, vicoletti ed anfratti della città barocca, ha prodotto già una idea ben precisa di espressione pittorica che sta iniziando ad emergere nelle prime bozze delle opere. C’è grande curiosità, in attesa dell’inaugurazione della mostra prevista per sabato 30 maggio prossimo, di conoscere quanto e come paesaggi naturalistici, contesti monumentali, opere d’arte o anche semplici strade o palazzi, che con la loro secolare presenza nel contesto urbano ed architettonico sciclitano sembrano quasi esser diventate presenze silenti per chi da sempre vive ed abita questi luoghi, possano invece rappresentare una fortissima sollecitazione ed una abbondante linfa di creatività per gente che per la prima volta questi luoghi scopre.
La prestigiosa Scuola di Scicli, affermata in tutto il mondo attraverso una consolidata e ben precisa espressione pittorica rende inoltre ancor più interessante questo esperimento di residenza proposto da Site Specific, poiché il risultato che ne verrà fuori sarà indubbiamente nuovo e per questa ragione farà discutere e confrontare. Senza svelare ciò che questi artisti regaleranno alla comunità che li sta ospitando, è possibile affermare che Scicli ha suscitato grande meraviglia nei tre ospiti. Quella meraviglia talmente certa da ispirare il titolo dell’evento che è: Meravigliosamente!
Il progetto “Meravigliosamente” si vuole porre infatti come una riunione di “voci” che convergono in un luogo, per costruire mediante il linguaggio delle arti una dimensione organica che diventa un nuovo e diverso inno alla luce, ai colori, alle persone e ai paesaggi di Scicli.
Con “Meravigliosamente” si rafforza inoltre la collaborazione fra il collettivo di Site Specific e K10 Koinè di Scicli, partner del progetto.
Attraverso questa nuova esperienza di residenza, Site Specific continua a promuovere incessante la ricerca e la sperimentazione di progetti d’arte contemporanea, per offrire al pubblico nuove visioni creative e trasformare Scicli in un Teatro Vivo.

Print Friendly, PDF & Email