A Barbara Mirabella il Premio Donna Siciliana 2017

Il Premio Donna Siciliana 2017 del 2 luglio consacrerà un anno di successi per Barbara Mirabella

Zafferana Etnea (CT) – La voglia di fare impresa nella propria terra è stata più forte delle continue sollecitazioni esterne ad andare via. L’attuale successo di una imprenditrice siciliana, in realtà sulla cresta dell’onda da oltre 22 anni, premia le scelte coraggiose di una donna che ha dovuto e continua tutt’ora a scalare enormi “montagne”. Stiamo parlando di Barbara Mirabella. Questo comunicato è un tributo ad un esempio professionale, ad una case history aziendale d’eccellenza, ad un imprenditore che dà lavoro e che impegna centinaia di maestranze, siciliane, in occasione dei suoi eventi. Non, dunque, un momento autocelebrativo, ma il racconto, nudo e crudo di chi è andata avanti per meritocrazia.

Il Premio Donna Siciliana 2017, organizzato dall’ass.ne culturale “comunicazione globale” di Antonio Omero, che Barbara Mirabella ritirerà domenica 2 luglio a Zafferana Etnea (CT), nell’Anfiteatro “Falcone Borsellino”, chiude un anno di successi personali e professionali per la vulcanica manager.

In realtà non si sa mai quando finisce e quando inizia un nuovo anno di lavoro  per la Expo di Barbara Mirabella, sua azienda leader nell’organizzazione di fiere e grandi eventi e per Luxury Press, l’agenzia di ufficio stampa da lei creata diversi anni fa. Impressionante, infatti, il numero di incarichi di prestigio internazionale, nazionale e anche regionale hanno che impegnato lei e il suo team con cadenza settimanale. Ciò a riprova della grande stima e autorevolezza che lo “stile Expo” ormai gode presso colleghi e opinione pubblica.

Convinta sostenitrice dell’associazionismo che mette in campo forze diverse per scopi comuni, Barbara Mirabella, tra un evento e un altro, tra un viaggio e un altro di lavoro, ed è pure moglie e madre di due bambini, trova anche il tempo di ricoprire incarichi ufficiali in seno al CDA del neo Sicilia Convention Bureau. E, quest’anno più che mai, riesce a ritagliarsi del tempo per l’insegnamento accademico e ruoli di primo piano in occasione di convegni, congressi e workshop. La case history di Expo, la sua ascesa costante e continua, è di certo un elemento molto attraente in questi appuntamenti,  ma la Mirabella è altresì chiamata ad intervenire sui temi legati alla “leadership al femminile” (l’ultimo organizzato dall’Ordine dei Medici a Palazzo degli Elefanti)  dove porta la sua esperienza di donna e professionista; marketing territoriale, positive marketing sono anche temi cardine dei suoi interventi come relatrice. L’ultimo in ordine di tempo è stato il convegno “Turismo di radice, eventi ed ospitalità: il Made in Sicily 2.0” promosso da Rosario Faraci, prof. di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università di Catania.  Un argomento molto caro alla Expo che si esalta particolarmente laddove c’è da valorizzare il Made in Sicily nell’ambito di un evento. E’ stato così per Cibo Nostrum che ha affidato alla Expo la segreteria organizzativa. La potente kermesse ha portato a Taormina oltre 150 chef che hanno cucinato per decine di migliaia di persone per una buona causa, il parkinson.  Turisti in visibilio per le bellezze dei luoghi, per le prelibatezze degustate. Quando la scelta di una location e alcuni accorgimenti organizzativi decretano il successo di una manifestazione.

CamBIOvita Expo, invece, è il trionfo del ben fatto del Made in Sicily ma anche del Made in Italy. E’ l’ultima nata in casa Expo, la Fiera che già solo alla sua seconda edizione ha portato nomi di primissimo livello a Catania in termini di aziende e in termini di personalità del mondo del bio, alimentazione, benessere, salute, bioedilizia, ambiente, turismo green.

Non per ultimo il Made in Sicily è stato protagonista recentemente in Spagna, a Madrid. Catania ospite d’onore nell’ambito di “Passione Italia/Festa Nazionale Italiana”, il progetto di promozione culturale e turistica “Catania a Madrid”; è l’evento nell’evento che ha visto protagonista la città etnea con in prima linea il suo Sindaco, Enzo Bianco e la madrina d’eccezione, Raffaella Carrà. Design, arte, musica e food, si sono incontrate le eccellenze siciliane e quelle spagnole  in un tripudio di odori, colori, sapori, suoni. Il Maestro chef  Saverio Piazza ha coordinato la squadra di dieci tra chef ed aiuti per 1500 ospiti Vip. Un significativo contributo è stato offerto dalla collaborazione organizzativa di Expo  srl con il suo direttore generale Barbara Mirabella.

Non pochi, dunque, i motivi con cui Barbara Mirabella arriva a ricevere il Premio Donna Siciliana 2017. La lista potrebbe essere ancora più lunga, quanto detto basta a dare il giusto tributo ad una “figlia di Sicilia” per l’impegno che infonde quotidianamente con il suo staff imprimendo il suo personalissimo stile che in realtà è tutto tipicamente siciliano, fatto di sorrisi, strette di mano, tenacia, originalità, bellezza e ovviamente professionalità.

Print Friendly, PDF & Email