Birre ai fiori di tulipano, all’arancia rossa di Sicilia, al fico d’India. Oltre 60 birre artigianali per la seconda edizione di “Birrocco”

Ragusa, 8 settembre 2015 – Dalla birra all’arancia rossa o al miele dell’Etna, alla birra al fico d’India, passando da quella prodotta con acqua pura proveniente dalle montagne della Sila a quella realizzata grazie ad una miscela di orzo, luppolo e un grano tipico del territorio. Senza dimenticare quelle provenienti dall’estero, prodotte con fiori di tulipano o col coriandolo. Oltre 60 tipologie di birre artigianali, dalle classiche alle più particolari e ricercate, a quelle che propongono singolari connubi dando vita a sapori unici, protagoniste della nuova edizione di “Birrocco”, il festival che questo fine settimana a Ragusa unisce musica, barocco e naturalmente birra, proponendo grandi spettacoli live e in dj-set. Appuntamento da venerdì 11 a domenica 13 settembre con ben 9 ore di musica al giorno, tanti artisti ospiti e soprattutto tantissime birre assolutamente particolari anche grazie alla presenza dei birrifici che hanno aderito, portando in terra iblea i propri prodotti. Tra questi non mancano esempi di eccellenze prodotte proprio nel territorio ragusano, come le birre del birrificio Yblon, con sapori che mirano all’innovazione rimanendo legati alla tradizione, con aromi fruttati con fondo erbaceo dal  gusto lievemente caramellato, o ancora birre che arrivano dal resto della Sicilia, come il birrificio Timilia di Catania, che oltre all’orzo ed al luppolo presenta, quale ingrediente di punta, una varietà di grano tipico dell’isola. Da qui la scelta di produrre ottima birra utilizzando nelle ricette altri prodotti di eccellenza come l’arancia rossa o il miele delle api dell’Etna. Da Niscemi, il birrificio Sud Est, con le sue varietà, capaci di spaziare da gusti equilibrati e poco amari a linee raffinate che si richiamano agli inconfondibili profumi della terra siciliana. Dal messinese arriva il birrificio Irias, con la sua birra al fico d’India. Da Palermo la Trimmutura, con i suoi “tre motori” dalle diverse miscele. Sempre da Palermo, il nuovo birrificio “2be or not 2be”. E poi ancora, la calabrese Gladium, che porterà a Ragusa una birra resa particolare da due ingredienti eccezionali: l’acqua proveniente dal Parco Nazionale della Sila, e la purezza dell’aria delle sue zone montane. Dalle birre del Sud Italia alle famose birre belghe, dalle India Pale Ale alle trappiste, dalle Golden Ale a Strong Ale, e molte altre ancora. Ma le birre presenti sono davvero tra le più particolari. Si va da quelle che aggiungono miele in rifermentazione, come la Barbar, a quelle prodotte con i fiori di tulipano, come la Bloemenbier, o col coriandolo e il curaçao, come la Blanche de Namur, la belga bianca per eccellenza. Birre crude e birre classiche della tradizione birraia, tra le più apprezzate nel mercato internazionale. Per conoscere il programma completo dell’evento e scoprire tutte le birre che potranno essere degustate nei tre giorni di evento è possibile visitare il sito www.birrocco.it e la pagina www.facebook.com/birrocco

Print Friendly, PDF & Email