Caccamo, vincitore Sanremo Giovani: “Sono lo stalker di Battiato. Cantavo al buio per timidezza”

Fabio Giuffrida

Ai microfoni del “Corriere del Mezzogiorno” Giovanni Caccamo, vincitore di Sanremo Giovani 2015, ha parlato del suo incontro con Battiato: “Ha segnato un cambio di prospettiva nel mio percorso professionale. A Milano ho cercato fortuna per anni ma le porte sono sempre state chiuse e ho ricevuto indifferenza. Per conoscere Battiato, invece, mi sono nascosto dietro un cespuglio per circa 3 ore e poi gli ho consegnato il mio album. Nel pomeriggio ho trovato cinque chiamate anonime e un messaggio in segreteria. Sono lo stalker di Battiato“.
Ha confessato che da giovane “amava cantare al buio forse per timidezza“. Cinque anni fa, invece, è stato scartato da X Factor: “Ho fatto i provini per X Factor ma poi sono stato scartato. L’ho vissuta come una sconfitta, ma da lì ho iniziato a scrivere canzoni mie. La Maionchi, che ho sentito in questi giorni, ha gioito insieme a me per questo traguardo al Festival di Sanremo“. Con il padre, scomparso quando aveva appena 11 anni, aveva un bellissimo rapporto: “Lo idealizzavo come un eroe“.

Clicca qui per l’intervista di Fabio Giuffrida a Giovanni Caccamo

Print Friendly, PDF & Email