Caltanissetta. Il regista Ungherese Lajos Koltai alla presentazione del Kalat Nissa Film Festival. Dal 14 al 16 luglio Caltanissetta diventa vetrina internazionale del cortometraggio

Dal 14 al 16 luglio Caltanissetta diventa vetrina internazionale del cortometraggio

CALTANISSETTA. “Sono molto contento di essere qui a Caltanissetta, ancora una volta in Sicilia, per un Festival giovane che si rivolge ai giovani. Ho insegnato in tutto il mondo e sono felice quando posso parlare di cinema e delle mie opere, ma ciò che mi rende veramente felice è il poter trasmette il mio sapere”.

Con le parole del maestro Lajos Koltai nominato al premio Oscar come direttore della fotografia per i film “Malena” e “La Leggenda del pianista sull’Oceano” di Giuseppe Tornatore, si è aperta questa mattina, nel foyer del Teatro Margherita di Caltanissetta, la conferenza stampa di presentazione del Festival Internazionale del Cortometraggio, il Kalat Nissa Festival, alla quale hanno inoltre partecipato Fernando Barbieri, organizzatore dell’evento, l’Assessore alla Creatività della città di Caltanissetta Marina Castiglione e Laura Abbaleo, responsabile delle pubbliche relazioni del Kalat.

L’appuntamento annuale, giunto quest’anno alla VI edizione, è organizzato dall’Associazione Cinematografica e Culturale “Il Laboratorio dei Sogni” presieduta da Fernando Barbieri, che si impegna a promuovere il cortometraggio come forma espressiva per lo sviluppo delle potenzialità dei linguaggi artistici dei nuovi media per la risposta alle esigenze di crescita culturale dei giovani registi emergenti.

L’evento, rassegna unica nel suo genere in Sicilia ha tenuto a battesimo nei suoi 5 anni di attività oltre 3.000 giovani talenti provenienti da tutto il mondo, segnando per molti di loro l’inizio di una brillante carriera artistica. Quest’anno la manifestazione ha registrato il numero record di 401 corti provenienti da 36 Paesi dei 5 continenti, tra cui anche dall’Iraq e dal Bangladesh.

Nel corso della conferenza stampa, moderata da Sabrina Parisi responsabile della comunicazione della rassegna, Fernando Barbieri dopo aver illustrato nel dettaglio il programma, ha tenuto a sottolineare come nel corso degli anni il Festival si sia trasformato da concorso a vero e proprio evento interattivo con masterclass a tema cinematografico, mostre fotografiche e numerosi incontri tra relatori, ospiti e studenti. “Il Kalat – ha affermato con orgoglio Barbieri – sta investendo proprio nella formazione di un vivaio di giovani proposte attraverso il perfezionamento di un progetto Erasmus calibrato sui giovani talenti dai 16 ai 25 anni.”

Nel corso della presentazione l’Assessore Castiglione ha espresso parole di elogio per gli organizzatori della rassegna augurandosi che il lavoro svolto dall’Associazione “Il Laboratorio dei Sogni” sia da esempio per la cittadinanza nissena, di fattività ma anche di educazione alla bellezza a partire dall’arte e dal cinema. “Con il Kalat – ha continuato l’Assessore – Caltanissetta esporta in tutto il mondo la Cultura della nostra terra, e la cultura deve essere il nuovo motore da cui ripartire.”
La conferenza stampa si è poi conclusa con l’intervento di Laura Abbaleo, che ha posto l’attenzione sul respiro internazionale della manifestazione grazie alla costruzione di una rete di contatti europei con altri festival mondiali come il Pazmany Film Festival di Budapest, il Film Forum di Oslijn di Varsavia, il Mittel Cinema Fest di Bratislava, Cracovia, Praga e Budapest ed il Just good film di Yaroslav di Mosca.

Fittissimo il programma della 3 giorni che trasformerà la Città di Caltanissetta ed il Teatro Margherita in un grande palcoscenico internazionale. Momento inaugurale, domani alle ore 9 presso la Bibioteca Scarabelli, con la masterclass del Maestro Koltaj, con il prezioso ausilio dell’interprete Agnes Ludmann, poi via via fino alla serata di gala di sabato 16 luglio che sarà presentata da Rosaria Renna e da Roberto Giacobbo che della manifestazione è il direttore artistico.

La giuria del concorso, presieduta da Maurizio Amici, giornalista e regista della trasmissione Unomattima premierà nel corso della serata del 16 i vincitori delle diverse categorie. Al miglior corto in assoluto verrà consegnato il premio “Antenna d’Oro”, simbolo da sempre della città.
Fuori concorso anche un corto dell’Esercito Italiano: il video con le immagini delle operazioni della Forza Armata impegnata in Sicilia, dai Vespri Siciliani fino all’emergenza immigrazione, sarà proiettano al termine della serata durante la quale verrà consegnata una targa al Generale Mauro D’Ubaldi, Comandante della Brigata Aosta, proprio come riconoscimento del lavoro svolto nell’isola dagli uomini e le donne dell’Esercito. L’esercito sarà poi in piazza con un Lince, il veicolo blindato tattico leggero, fedele compagno dei nostri militari nelle operazioni in Italia e all’estero.

Numerosi gli ospiti che calcheranno il red carpet: tra cui Fabio Masi regista del “Decalogo di Vasco”, le attrici Annalisa Insardà e Sarah Maestri, Maria Russica plurimedagliata del Karate e Gianni Ippoliti showman.

Per la riuscita dell’evento un ringraziamento va anche a: Associazione Familiari Alzheimer, Vespa Club Caltanissetta, Motoclub Pietrarossa, Duciezio.

Print Friendly, PDF & Email