Acate. Chiesa Madre: Rito dell’istituzione dell’accolitato del seminarista Fabio Stracquadaini.

Pietro Mezzasalma, Acate (Rg) 13 aprile 2015.- In una chiesa Madre gremitissima di fedeli e di sacerdoti delle varie parrocchie del ragusano il vescovo di Ragusa , Mons. Paolo Urso, ha celebrato sabato sera 11 aprile l’Eucaristia e il rito dell’istituzione dell’accolitato del seminarista chiaramontano Fabio Stracquadaini, che collaborerà con il parroco di Acate, Giuseppe Raimondi. Erano presenti il papà, la mamma e il fratello di Fabio, il sindaco Franco Raffo, il vice sindaco Salvatore Li Calzi e altri rappresentanti delle istituzioni. Mons. Paolo Urso ha sottolineato che il compito dell’accolito è quello di aiutare il presbitero e il diacono curando il servizio all’altare durante le azioni liturgiche e specialmente nella celebrazione dell’Eucaristica. L’accolito eserciterà degnamente il ministero se porrà il banchetto eucaristico al centro della sua vita quotidiana, affinche nutrendosi del Corpo e Sangue di Cristo, cresca e diventi sempre piu’ puro e ardente nell’amore verso Dio e verso i fratelli. L’esercizio del ministero di accolito, infatti, richiede, oltre la conoscenza della liturgia e delle sue norme, l’impegno di amare profondamente il popolo di Dio, specialmente i deboli e gli infermi. Quasi tutti i presenti si sono avvicinati al banchetto eucaristico.
Il coro della parrocchia ha eseguito significativi brani religiosi. L’accolito Fabio Stracquadaini, a cui la comunità parrocchiale acatese ha donato una tunica e preparato due torte in suo onore, è stato festeggiato al castello dei Principi di Biscari.

 

Print Friendly, PDF & Email