Giarratana, entrano nel vivo i festeggiamenti in onore della “Madonna della neve”

Sta per arrivare il momento più atteso. Quello della tradizionale “Sciuta” che si terrà sabato a mezzogiorno in punto alla basilica di Sant’Antonio Abate. E’ il momento del tripudio, della massima esaltazione della devozione dell’intera comunità dei fedeli di Giarratana nei confronti della propria Patrona, la Madonna della Neve.

Prima, però, ci sarà il solenne triduo che prenderà il via domani, mercoledì 2 agosto, e che sarà presieduto da don Filippo Bella, vicario parrocchiale a Chiaramonte Gulfi. Alle 19, è prevista, in particolare, la preghiera del Santo Rosario e, quindi, alle 19,30 la celebrazione eucaristica.

Alle 20,30, nella basilica di Sant’Antonio Abate, l’adorazione eucaristica con la preghiera d’intercessione guidata dal parroco, Mariusz Starczewski. Giovedì 3 agosto, invece, alle 19 è in programma la preghiera del Santo Rosario, alle 19,30 la celebrazione eucaristica mentre alle 21 la basilica di Sant’Antonio Abate ospiterà il concerto “Canto a Te Maria” a cura del “Coro polifonico ibleo” diretto dal maestro Nello Cavallo.

Venerdì 4 agosto, inoltre, vigilia della solennità, il corpo bandistico “Vincenzo Bellini – Città di Giarratana” annuncerà alle 18 il momento clou dei festeggiamenti con il tradizionale giro di gala da piazza Martiri d’Ungheria lungo le vie cittadine e l’esecuzione di marce sinfoniche in piazza. Quindi, alle 19, la celebrazione dei primi Vespri nella solennità della santa Patrona. Alle 19,30 la celebrazione eucaristica alla quale sono invitate a partecipare tutte le mamme che hanno avuto la gioia di un figlio nel corso dell’anno.

Inoltre, alle 22,30, in piazza Vittorio Veneto, ci sarà il concerto tributo ad Adriano Celentano con l’esibizione de “Il re degli ignoranti”, una kermesse di livello sulle orme del grande cantante che ha esaltato alla massima potenza le doti della musica leggera italiana.

Print Friendly, PDF & Email