Maria Santissima di Gulfi, domani alle 13,30 la suggestiva cerimonia della ”Svelata”

Chiaramonte Gulfi, 9 aprile 2015 – “Anche quest’anno il Signore ci dà la grazia di poter celebrare la festa della nostra Patrona Maria Santissima di Gulfi. Per me sarà la prima festa che vivo assieme a voi. Non vi nascondo che c’è un misto di curiosità, entusiasmo e gioia. Come in ogni famiglia in cui si inserisce una persona nuova ci si aspetta una ventata di novità e un rinnovamento interiore, mi auguro che anche per la nostra città di Chiaramonte il vostro ingresso nella mia vita e il mio nella vostra possa portare serenità, sicurezza nel cammino verso Cristo e una maggiore unità e collaborazione fra tutti”. E’ questo il messaggio che arriva da don Salvatore Vaccaro, parroco della Chiesa madre, alla vigilia della Svelata che darà il via ai solenni festeggiamenti in onore di Maria Santissima di Gulfi, Patrona principale e regina di Chiaramonte. Da qualche mese, don Vaccaro ricopre il nuovo incarico e quindi, per lui, quella dei prossimi giorni sarà la prima volta con riferimento alla festa più attesa nel centro montano. E sarà proprio don Vaccaro a presiedere, domani, venerdì 10 aprile, la celebrazione eucaristica in programma al santuario che tutto l’anno ospita il simulacro della Madonna. La santa messa comincerà alle 12,15. Dopo l’omelia, ci sarà la benedizione dei portatori e la presentazione dei membri del comitato mentre alle 13,30 è in programma la suggestiva cerimonia della Svelata. Già predisposte, inoltre, le iniziative di domenica 12 aprile, giornata tradizionalmente dedicata ai portatori che, a partire dalle 10, animeranno la tradizionale salita della Madonna. Il pellegrinaggio da Chiaramonte verso il santuario prenderà il via, domenica, alle 8,15. Alle 9 si terrà la celebrazione eucaristica presieduta dal rettore del Santuario, don Giuseppe Burrafato. Un’ora dopo, come detto, la classica “Assumata”. Alle 11 l’arrivo del simulacro di Maria Santissima di Gulfi in piazza Duomo. In chiesa madre, ci sarà il saluto alla Madonna da parte del predicatore, frate Carmelo Latteri, ofm. La celebrazione eucaristica sarà presieduta da don Salvatore Vaccaro. Sempre domenica, ma alle 14,30, sarà dato il via a un altro momento significativo, vale a dire il tradizionale “Cuncursu”. Alle 17,45, il simulacro del Patrono San Vito sarà portato in Chiesa madre. Alle 19, la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal predicatore mentre i canti saranno animati dal coro Regina Pacis. Al termine della celebrazione saranno benedetti dei nuovi gioielli d’argento placcato in oro (cinturino ed orecchini per la Madonna, cinturino per Gesù Bambino) donati da un gruppo di fedeli a Maria Santissima di Gulfi.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email