“Come solo un libro può”, ovvero i grandi romanzi in musical. Successo a Scicli per lo spettacolo degli armonici

Quest’anno l’Accademia del Musical “Gli Armonici” di Modica sbarca a Scicli con il proprio spettacolo e fa il pienone al Teatro Italia con “Come solo un libro può”, uno spettacolo originale completamente nuovo rispetto al proprio repertorio, ispirato ai grandi romanzi della letteratura internazionale che sono stati alla base dei più importanti musical del WestEnd e di Broadway.

“Un musical da favola”, è proprio il caso di dirlo, dopo i grandi successi che i giovani allievi dell’Accademia hanno prodotto, da veri performer, negli ultimi anni: da Chicago ad Hairspray, da Mary Poppins a Sister Act, fino a “L’incanto del Mare” dello scorso anno: anche stavolta i ragazzi, guidati dai loro insegnanti, sono riusciti a colpire il pubblico per la professionalità e la cura dei dettagli sia nelle performance individuali sia nel risultato corale.

Joy e Megan – questa la trama – due amiche inseparabili lavorano in una piccola libreria del West side di New York, sommerse da libri, ricordi e storie d’altri tempi. Il loro non è soltanto un negozio di libri per bambini, ma un punto di riferimento per tutti i newyorkesi, o almeno per quelli che ancora riescono a trovare un po’ di tempo per se stessi e che credono ancora nel potere dei libri. Sfogliando le pagine le storie prendono vita, i personaggi si animano e accade la magia: da Peter Pan al Mago di Oz, da Oliver Twist a Cabaret, da Wicked a Mary Poppins, due ore di vero musical, tutto rigorosamente dal vivo.

Il direttore dell’accademia Elvira Mazza, con questo grande spettacolo, ha presentato gli allievi dell’anno accademico 2015-2016, coordinati da Paola Agosta e diretti da Marco Verna, autore dello spettacolo che ha curato la regia e le coreografie.

Sul legno del Teatro Italia si sono alternati tutti gli allievi dell’Accademia, dai piccolissimi ai più grandi tutti chiamati a misurare il loro talento e la loro abilità con la prova del palcoscenico: Elif Asena Bas, Alessia Boncoraglio, Anna Bonomo, Chiara Cafiso, Monica Carnazza, Ilenia Diquattro, Roberta Giannone, Maria Vittoria Giurato, Ettore Iurato, Carlotta Ferranti Buscema, Marta Lacognata, Grazia Maria La Ferla, Flavio Lissandrello, Gaia Mezzasalma, Sofia Minauda, Benedetta Occhipinti, Alba Roccasalva, Francesca Spadola, Anna Tedeschi, Maddalena Tirella, Kleopatra Caschetto, Elena Catra, Natasha Cicero, Francesca Di Tommasi, Vittoria Ferranti Buscema, Caterina Giannì, Davide Gugliotta, Anna Chiara Palumbo, Daria Poidomani, Marta Poidomani, Benedetta Puma, Clarissa Spadaro, Anastasia Terranova, Nicole Terruli.

A prepararli è stata, ancora una volta, la solida squadra dei docenti dell’Accademia: Elvira Mazza per il canto, Sergio Civello per il canto corale, Mirella Maltese per la danza e Gisella Calì per la recitazione, con la supervisione musicale del maestro Peppe Arezzo e le scenografie create dallo “Studio 39” di Maria Rosa Carpinteri.

Print Friendly, PDF & Email