Conclusa a Vittoria “RiMusicazioni”, la rassegna di cinema muto rimusicata dal vivo

GRAN FINALE PER LA RASSEGNA “RIMUSICAZIONI” CHE SI È SVOLTA A VITTORIA (RG).
A CHIUDERE IL FESTIVAL DEDICATO AL CINEMA MUTO RIMUSICATO DAL VIVO È STATO IL DARSHAN ENSEMBLE CHE HA ACCOMPAGNATO IL FILM “THE NAVIGATOR”. SODDISFATTI GLI ORGANIZZATORI CHE PENSANO GIÀ ALLA SECONDA EDIZIONE.

VITTORIA (RG) – Si chiude con l’ennesimo successo la prima edizione di “RiMusicazioni”, la rassegna dedicata al cinema muto sonorizzato dal vivo, che si è svolta a Vittoria, in provincia di Ragusa. Sabato scorso, 4 giugno, ultimo appuntamento di questo primo ciclo, con la proiezione del film “The Navigator”, con la regia di Buster Keaton e Donald Crisp, accompagnato dalla musica dal vivo eseguita dal Darshan Ensemble, famoso gruppo catanese, nato proprio con lo scopo di sonorizzare dal vivo vecchi film muti in bianco e nero.
Il pubblico, sempre attento e numeroso, si è lasciato trasportare dalle divertenti avventure del protagonista e della fidanzata in uno dei film comici più famosi nella storia della cinematografia mondiale ancora senza il sonoro. Un vero e proprio capolavoro che le note del Darshan Ensemble, gruppo misto che unisce elementi di diversa estrazione musicale, sia accademica che folk, hanno contribuito ad esaltare. Tre i cineconcerti che hanno composto il programma di questa prima edizione di “RiMusicazioni”, con la direzione artistica di Alessandro Nobile, promossa dall’associazione “Quattroetrentatre” presieduta da Claudio Zarba.
Ad aprire la rassegna è stato il pianista Giovanni Renzo che, dopo un’accurata ricerca musicale, ha accompagnato un collage di film dei primi anni del ‘900 con alcuni brani del tempo; il secondo appuntamento ha avuto invece come protagonista il trombettista jazz Luca Aquino che ha lasciato spazio all’improvvisazione nel suo accompagnamento del film “Nosferatu”; terzo e ultimo appuntamento appunto con il Darshan Ensemble che ha scelto musiche originali e riadattamenti di brani dal repertorio classico, lasciando poco spazio all’improvvisazione.
Soddisfatti gli organizzatori e il direttore artistico: ”Siamo felici del riscontro che abbiamo ottenuto da parte del pubblico – ha commentato Alessandro Nobile – l’entusiasmo che la gente ha mostrato nei confronti delle nostre proposte, sia in termini di presenze che di commenti, ci ha piacevolmente stupito. Siamo molto soddisfatti anche dell’esperienza dell’Instant Composing Lab, il laboratorio di musica d’insieme e sonorizzazione video che ha visto la partecipazione di 15 giovani talenti musicali, provenienti da tutta la provincia, che a fine seminario si sono esibiti in una performance all’interno Scenica Festival”.
Durante l’intero periodo di svolgimento della rassegna, che ha goduto del patrocinio del Comune di Vittoria, è stato inoltre possibile visitare la mostra fotografica “Camera Oscura”, curata da Nanni Licitra e Marcello Amarù, allestita all’interno della Sala delle Capriate del Chiostro delle Grazie.
“Ci auguriamo – spiega Claudio Zarba – che nel prossimo futuro ci sia la possibilità di fare convergere le varie mini stagioni organizzate dall’associazione “Quattroetrentatre” in un’unica stagione musicale più ampia. Intanto straordinaria la location, cioè il Chiostro delle Grazie, suggestiva cornice per RiMusicazioni”.

Print Friendly, PDF & Email