Fare Chiarezza sui Vaccini: “Importante per la Salute Pubblica”

La terza conferenza per “fare chiarezza sui vaccini” si terrà a Chiesina Uzzanese (PT) sabato 30 aprile alle 15:30, a conclusione della Settimana dell’Immunizzazione promossa dall’OMS. Si sfateranno miti, bugie e paure. Con il Dott. Carlo Innocenti saranno presentate due importanti testimonianze, insieme ad altri interventi di medici ed il contributo di scienziati che hanno collaborato al libro “Vaccini, complotti e pseudoscienza”

Pistoia, 27 aprile 2016 – Sabato 30 aprile, a conclusione della Settimana europea dell’Immunizzazione promossa dall’OMS, in contemporanea con quella mondiale, si svolgerà a Chiesina Uzzanese (in provincia di Pistoia) il terzo incontro del Dott. Carlo Innocenti con la cittadinanza per diffondere una informazione corretta sui vaccini. Dopo questa volta insieme al volume “Vaccini, complotti e pseudoscienza” (AA.VV. con prefazione del Prof. Silvio Garattini, farmacologo dell’Istituto Mario Negri di Milano, a cura del Dott. Armando De Vincentiis, Collana Scientia et Causa, C1V Edizioni), anch’esso al terzo incontro divulgativo dopo le prime due tappe nel Lazio (con la conferenza insieme a Piero Angela presso l’Università di Roma “Tor Vergata” il 16 dicembre 2015 e in Puglia, nell’ambito della conferenza organizzata dalla Asl di Bari l’11 gennaio scorso). Il Dott. Carlo Innocenti si è ritrovato parte attiva nella divulgazione scientifica in tema di vaccini perché, come spiega: “Facendo il medico di base ho capito che c’è molta confusione, troppa.
Ciò che importa è che le persone possano poter scegliere con consapevolezza per la propria salute, ma le troppe bugie, le cose sbagliate dette in giro e con la velocità e facilità del web, creano confusione, e questa porta il paziente a sbagliare, a non scegliere proprio per il timore di compiere errori.
Ciò non provoca solo un danno per se stessi ma per tutta la comunità. Dopo il caso di mio nipote Cristiano, mi sono sentito ancora di più coinvolto nella discussione, quasi “obbligato” a intraprendere questa strada, a dover fare qualcosa per far capire come stanno le cose veramente, al di là della disinformazione dilagante che crea paure inutili e dannose, e ho trovato subito le persone che hanno aderito alla mia idea, per contrastare la confusione, l’incertezza, la diffidenza. Insieme a Cristiano abbiamo combattuto e insieme portiamo avanti questa guerra alla meningite. Ma non solo. Anche contro la disinformazione e la paura.
Con questo incontro parleremo proprio delle paure sui vaccini e ci avvarremo del contributo di un gruppo di scienziati e comunicatori della scienza che hanno pubblicato con C1V Edizioni un libro che fa chiarezza non solo sui vaccini ma anche su come non cadere nei tranelli della disinformazione”. Negli incontri precedenti, con la collaborazione del dott. Luchi e della dott.ssa Mazzoli, è stato affrontato il problema della meningite nel giovane e nell’adulto ed è stato spiegato cosa sta accadendo in Toscana in relazione all’allarme dei casi di meningite, come difendersi e quali sono i vantaggi e i limiti di una vaccinazione di massa. Sono intervenute anche diverse personalità amministrative, sanitarie e politiche che hanno descritto quanto si stia facendo sul territorio e quali siano state le motivazioni delle scelte effettuate.
Il giovane chiesinese Cristiano Giannessi, che da subito è stato al fianco dello zio medico con la sua testimonianza, dopo aver combattuto contro la terribile meningite di tipo C, tornerà il 30 aprile per condividere le sue considerazioni sulla validità della vaccinazione. “Questa malattia è bastarda. Questo sono io in coma, ricordatevi che basta un vaccino…” aveva scritto su Facebook dopo essere “rinato”.
Alla sua testimonianza si affiancherà anche quella di Antonella Salimbeni, fondatrice dell’Associazione “Un bacio per Azzurra”, conosciuta anche come la “Mamma di Lodi”, affinché a nessun altro debba succedere ciò che è accaduto a lei e a sua figlia. “Mi sento l’assassina di mia figlia perché non l’ho vaccinata” è stato il suo sfogo su facebook, la sua testimonianza è volta ad una corretta informazione, anche e soprattutto dai medici. Dubbi, complotti, buona e cattiva informazione, a chi credere? Da dove nasce la sfiducia sui vaccini? Quali sono le principali obiezioni mosse contro i vaccini? Come sarebbe il mondo senza vaccini? Perché è importante far conoscere i vaccini? A rispondere a queste e altre domande, insieme al Dott. Carlo Innocenti interverranno il dott. Luigi Sudano, dirigente medico Ausl Valle d’Aosta, già membro della Commissione Nazionale Vaccini, il dott. Stefano Tafi, coordinatore dell’AFT Pescia, il dott. Armando De Vincentiis, psicologo, coordinatore Cicap Puglia e direttore della collana di divulgazione scientifica Scientia et Causa, il Prof. Roberto Burioni, immunologo all’ospedale San Raffaele e ordinario di Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele, molto seguito su internet proprio laddove le teorie contrarie si sono diffuse e radicate. Saranno presenti l’On. Edoardo Fanucci, l’editore Cinzia Tocci e Federica Barbarossa del Gruppo C1V Edizioni.
L’evento è stato validato dal “Centro per il Libro e la Lettura” e rientra nella manifestazione nazionale “Il Maggio dei Libri” che va dal 23 aprile al 31 maggio 2016, promossa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. Appuntamento dunque sabato 30 aprile, presso Hotel Da Beppe – Via Vittorio Veneto, 27 Chiesina Uzzanese (PT), dalle 15:30.

Print Friendly, PDF & Email