I geositi carsici iblei sotto i riflettori in occasione del convegno di domenica 15 marzo

I geositi carsici iblei sotto i riflettori grazie al Cirs di Ragusa e a un partere di studiosi di primo livello che animeranno domenica il convegno in programma a ibla

RAGUSA – Un excursus scientifico appassionante. Per conoscere da vicino beni geologici di particolare pregio. Ecco perché il  Centro ibleo di ricerche speleo-idrogeologiche di Ragusa, nell’ambito della manifestazione “Territorio zero festival”, in programma nel fine settimana, in collaborazione con il Comune di Ragusa e con la Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali, ha chiamato a raccolta, per il convegno di domenica 15 marzo, i principali specialisti del settore. Saranno loro ad animare il momento di approfondimento, con il sostegno della ditta Calogero Costruzioni Srl di Comiso, denominato “I geositi carsici iblei fra natura e storia”. Nell’auditorium San Vincenzo Ferreri di Ibla, in piazza G. B. Hodierna, a partire dalle 9, il saluto delle autorità con l’assessore all’Ambiente e all’Energia del Comune di Ragusa, Antonio Zanotto, e la soprintendente Rosalba Panvini. Quindi, sarà dato il via alle varie relazioni. A cominciare da Corrado Marziano e Luciano Arena che si soffermeranno su “Le latomie ipogee” di Siracusa mentre Rosario Ruggieri, presidente del Cirs, e Annamaria Sammito, della Soprintendenza di Ragusa, proseguiranno con l’illustrare gli aspetti geomorfologici e storico-antropici dei Sic Valle del Tellesimo e Conca del Salto. Di mettere a nudo gli elementi salienti riguardanti le nuove ricerche negli ipogei del comprensorio Monterosso-Giarratana saranno gli studiosi Pietro Militello, Saverio Scerra e ancora Annamaria Sammito, tutti per la Soprintendenza di Ragusa. Quindi il convegno proseguirà con Vincenzo Belfiore e Corrado Nastasi del gruppo Grotte Cacyparis di Noto che parleranno del geosito fluivio-carsico Tanalupi-Torrente Santa Chiara. Di geositi nell’area iblea, con particolare riferimento alle tipologie rupestri nel territorio dell’antica Leontinoi, si occuperà Maria Musumeci della Soprintendenza di Siracusa. E, ancora, Ruggieri e Belfiore illustreranno le caratteristiche del geosito carsico e speleologico “Grotta Pirciata” mentre a chiudere gli interventi sarà Iolanda Galletti del Cirs Ragusa con l’illustrazione delle caratteristiche del geosito sistema naturalistico Cave iblee. Occorre ricordare che il momento di studio e approfondimento sarà anticipato, sabato 14, da una interessante escursione alla grotta di Mastro Carmine e alle gole della Stretta. Per partecipare (l’iniziativa è aperta a tutti) basta chiamare il 320.1898150.

Print Friendly, PDF & Email