Il grande week end del tango. Con Caminito Tango Catania, i tangueros siciliani vivranno un week end unico

23-24-25 gennaio: stage con Walter Cardozo e Margarita Klurfan
24 gennaio:  evento al CUS – Cittadella Universitaria “Grande Notte del tango”
25 gennaio: “Tango Glamour” all’Empire

CATANIA – Nonostante le temperature e le incerte previsioni meteo, quando a Catania si parla di tango e di Caminito Tango, l’atmosfera è sempre “caliente“. Numerose, infatti, le presenze previste per quello che si preannuncia uno dei week end più intensi e interessanti dell’anno per i tangueros catanesi e siciliani. “Il grande week end del tango”, scatterà venerdì 23 gennaio con il primo, attesissimo, appuntamento che vedrà impegnati  Walter Cardozo e Margarita Klurfan, una delle coppie di riferimento del tango argentino per lo studio e l’approfondimento di questa disciplina.  Gli appassionati che hanno già sottoscritto la propria presenza  non vedono l’ora di incominciare il prezioso stage con questa straordinaria coppia di ballerini. Le attività, in programma presso il Centro Projecto Tango di via della scogliera 18, a Catania,  saranno rivolte a tutti i livelli d’apprendimento.  Inizieranno la sera del 23 gennaio per poi proseguire nei pomeriggi del 24 e del 25. Nel corso degli stages Walter Cardozo e Margarita Klurfan si avvarranno dell’assistenza dei maestri dell’Academia Projecto-Tango (che coordina la parte didattica dell’evento) Angelo e Donatella Grasso. (Per ulteriori info: www.caminitotango.com).
Ma speciali saranno anche le serate di sabato 23 e domenica 25 gennaio. Due serate a cui nessun tanguero potrà mancare: rispettivamente, la “Grande Notte del tango” presso la Sala Danza della Cittadella Universitaria e “l’Empire – Tango – Glamour” presso la storica sala catanese dell’Empire di Catania. Tango Dj  delle due serate saranno rispettivamente  MicMac e Pietro Cosimano
“I due superbi maestri Cardozo-Klurfan – dice Angelo Grasso, direttore artistico di CaminitoTango – coniugano l’energia e la dinamica delle nuove strutture con l’eleganza e l’essenza del ‘Tango salòn’  classico. In particolare la loro didattica, semplice e innovativa,  punta a contribuire alla continuità creativa del Tango del Terzo Millennio”.
“Puntiamo ad una presenza continuativa dei due artisti e maestri – continua Elena Alberti, presidente dell’associazione – perchè essi contribuiscono a ‘spiegare’ il tango partendo dalla sua miscela di semplicità e complessità comunicando il piacere di vivere un’esperienza unica facendo scomparire il tempo per vivere in un’altra dimensione….. Perchè il tango non è solo un ballo ma un vasto universo culturale la cui incredibile ricchezza e varietà sono paragonabili solo a quelle del  jazz nordamericano.”

Print Friendly, PDF & Email