Il jazz di Luca Aquino ha rimusicato a Vittoria il film muto sui vampiri

IL TROMBETTISTA JAZZ LUCA AQUINO PROTAGONISTA SABATO SERA AL CHIOSTRO DELLE GRAZIE A VITTORIA. LA SUA TROMBA, INSIEME AD ELEMENTI DI ELETTRONICA, HA ACCOMPAGNATO LA PROIEZIONE DEL FILM “NOSFERATU” PER IL TERZO APPUNTAMENTO DI “RIMUSICAZIONI”, LA RASSEGNA DEDICATA AL CINEMA MUTO SONORIZZATO DAL VIVO.

VITTORIA (RG) – Un’interpretazione coinvolgente, ora intensa, ora delicata, quella di Luca Aquino, uno dei jazzisti più famosi in Italia e all’estero, che sabato sera ha accompagnato la proiezione del film “Nosferatu”, terzo appuntamento di “RiMusicazioni”, la rassegna dedicata al cinema muto sonorizzato dal vivo, in corso al Chiostro delle Grazie a Vittoria, in provincia di Ragusa. Tromba ed elementi di elettronica, nella massima improvvisazione, hanno creato un’atmosfera suggestiva che ha ben sostenuto le immagini del film, considerato il capolavoro del regista Murnau. Si tratta di una delle pellicole vampiriche più apprezzate dalla critica, nonché di maggiore successo, un vero e proprio cult per gli amanti del genere e per tutti gli appassionati cinefili. Un caposaldo del cinema espressionista tedesco che al tempo stesso ne segna un superamento, affermandosi quindi come un punto di partenza per una cinematografia nuova. Girato nel 1922, in pieno dopoguerra, il film cattura l’atmosfera del tempo, le ansie, le angosce, gli incubi che poi apriranno al Nazismo. Diversi gli elementi nuovi rispetto all’espressionismo del tempo: Murnau per la prima volta introduce gli esterni – moltissime scene del film sono infatti girate all’aperto; a differenza delle pellicole precedenti, la sua è una natura angosciata, cupa, triste, spaventata, in una contrapposizione continua tra bianco e nero, luce e ombra, bene e male.
Luca Aquino, con la sua musica, è riuscito ad accompagnare la pellicola senza sovrastarla, seguendone lo sviluppo con precisione e accuratezza. “E’ la prima volta che accompagno il film Nosferatu, anche se mi è già capitato di sonorizzare dal vivo un film muto – ha commentato – e ogni volta la magia, l’interazione quasi palpabile del pubblico, creano un’atmosfera emozionante, unica”. Un progetto artistico orginale, prodotto proprio dall’associazione culturale “Quattroetrentatre” che organizza la rassegna e che ha chiesto ad Aquino di scommettersi in prima persona per questo nuovo “cineconcerto”.
All’interno della Sala delle Capriate del Chiostro delle Grazie è ancora possibile visitare la mostra fotografica “Camera Oscura”, curata da Nanni Licitra e Marcello Amarù che è stata prorogata fino all’ultimo appuntamento di “RiMusicazioni” in programma sabato 4 giugno alle 21.00. In programma il cineconcerto dell’Ensemble Darshan che musicherà “The Navigator”, film comico del 1924 diretto da Buster Keaton e Donald Crisp. Le divertenti avventure del protagonista, interpretato dallo stesso Keaton e della sua promessa sposa, saranno accompagnate dalla musica di Ketty Teriaca al pianoforte, Gerardo Maida al violoncello, Adriano Murania al violino, Davide Galaverna alla fisarmonica e Riccardo Gerbino alle percussioni. “RiMusicazioni” è promossa da “Quattroetrentatre”, presieduta da Claudio Zarba e con la direzione artistica di Alessandro Nobile. Gode del patrocinio del Comune di Vittoria. I biglietti in prevendita possono essere acquistati presso Agenzia Macauda, in via Bixio 113/A e presso la Farmacia Jacono, in piazza del Popolo, a Vittoria.

Print Friendly, PDF & Email