Il Kiwanis a fianco dell’UNICEF per eliminare il tetano materno e neonatale

Acate (RG) – Salvatore Cultraro – Il Kiwanis International (uno dei principali Service Club mondiali), sta mobilitando, da tempo, i suoi membri in tutto il mondo per dare nuovo impulso alla lotta contro il tetano materno e neonatale. A tale iniziativa ha aderito da tempo anche il Kiwanis Club di Vittoria, attualmente presieduto dal dottor Salvatore Migliore. A tal proposito è stata organizzata, presso il settecentesco castello dei Principi di Biscari di Acate, una serata di beneficenza finalizzata alla raccolta di fondi per debellare questa patologia. “Il tetano- ha tenuto ad evidenziare il dottor Migliore nel suo intervento introduttivo, preceduto da un video estremamente esplicativo- è una malattia dolorosa che uccide un bambino ogni nove minuti, 160 neonati ogni giorno. Pertanto il Kiwanis International, compreso il nostro Club di Vittoria, si sta impegnando a raccogliere 110 milioni di dollari entro il 2015 con, “The Eliminate Project”. I fondi proteggeranno almeno 61 milioni di donne e i loro futuri bambini, che sono a rischio di contrarre questa malattia mortale”. Parole di elogio per la nobile iniziativa, sono state espresse anche dal sindaco di Acate, Francesco Raffo il quale, unitamente alla Giunta Comunale, ed alla Commissione Cultura, ha aderito con immenso piacere alla manifestazione benefica mettendo a disposizione il baglio del castello dei Principi di Biscari. Quella di Acate non è stata la prima iniziativa portata avanti dal Kiwanis Club di Vittoria finalizzata al progetto “Eliminate”. Nei mesi scorsi, infatti, altre manifestazioni simili, quali concerti di solidarietà presso il Teatro Comunale di Vittoria, e vari recital musicali, sono state organizzate sempre con l’intento di devolvere per intero il ricavato delle serate, al progetto “ELIMINATE” per la lotta contro il tetano neonatale nel mondo. La serata di domenica 21 settembre tenutasi ad Acate, ha avuto come protagonisti, oltre naturalmente al Kiwanis Club di Vittoria, l’Associazione Culturale, “De Theatro Antigone”, presieduta dal dottor Vincenzo Gallo, coadiuvato dal professore Filippo Blanco e dall’avvocato Daniela Morando, la quale ha portato in scena il musical in due tempi di Pietro Castellacci e Giampaolo Belardinelli, “Il sogno di Giuseppe”. Una magistrale interpretazione, da parte di giovanissimi attori dilettanti, delle vicissitudini di Giuseppe, figlio di Giacobbe, narrate nel primo libro della Bibbia, la “Genesi”, tradito dai suoi fratelli e venduto come schiavo in Egitto. Per circa due ore i bravissimi attori dell’Associazione, hanno incantato con la loro esibizione, intervallata da balli e canti, il numerosissimo pubblico presente (circa trecentocinquanta persone) ricevendo notevoli consensi di critica e continui e scroscianti applausi.

Print Friendly, PDF & Email