La bardatura della cavalcata di San Giuseppe a Expo Milano 2015

Un pezzo dello storia di Scicli al cluster del Cioccolato di Modica

Modica, 22 settembre 2015 – “Dare visibilità ad una tradizione locale secolare, come un pezzo rappresentativo della Cavalcata di San Giuseppe di Scicli ospite nel cluster Modica ad Expo 2015 Milano, è per noi motivo di orgoglio e dimostrazione di amicizia verso una città che eccelle nelle sue espressioni locali che siano culturali, come in questo caso, artistiche o enogastronomiche. Siamo felici di dare spazio e ospitalità ad una bardatura che ci racconterà, all’esposizione universale, un simbolo secolare di Scicli”.
Questo il pensiero del sindaco, Ignazio Abbate, presente stamani nei locali dell’Opera Pia Carpentieri in Via Mormino Penna, dove ha chiuso la conferenza stampa promossa dall’associazione “Amici di Giorgione” per illustrare il significato della presenza della bardatura, anima della Cavalcata di San Giuseppe, che sarà esposta (sarà realizzata a Scicli con sedici ore di lavoro) nel cluster Modica, dal 24 al 27 settembre a Expo Milano 2015.
Accanto al racconto di uno dei simboli della città, troveranno posto anche le famose “Teste di Turco” un dolce tipicamente sciclitano che questa mattina i dolcieri, per onorare questo connubio Scicli – Modica, hanno voluto farcire unendo, nell’impasto di ricotta, granelli di cioccolato di Modica.
Alla conferenza stampa erano presenti lo storico dell’arte Paolo Nifosì (che ha puntato sul binomio città tardo barocca e cavalcata, sinonimo di arte e tradizione, e sulle grandi potenzialità attrattive in fatto di gusto e di tradizione della “Testa di Turco”) del prof. Luigi Favacchio, rappresentante dell’associazione gli “Amici di Giorgione” che ha illustrato la bardatura, un composto articolato e complesso di fiori, e la necessità di un connubio con la città di Modica e ha ringraziato le istituzioni e tutti i gruppi che hanno reso possibile questa trasferta milanese nel mentre il neo presidente nazionale del settore ortofrutta della Confagricoltura, Sandro Gambuzza, ha voluto dare, come organizzazione, un contributo all’iniziativa. L’ex consigliere Enzo Giannone ha portato i saluti e il messaggio dell’ Eurodeputato Giovanni La Via auspicando una collaborazione sempre più fattiva con la città di Modica.
“Ho apprezzato,conclude il sindaco Abbate, anche l’accostamento a questa iniziativa di un dolce come  la “Testa di Turco” che può avere una prospettiva commerciale su larga scala molto interessante. Quello che si sta per realizzare è una vittoria di Scicli che malgrado la delicata situazione istituzionale cittadina dimostra di avere una vivacità e una vitalità che vanno riconosciute e valorizzate. Va ringraziato quel gruppo dirigente che sta portando avanti le tradizioni locali e le identità di un territorio”.

Print Friendly, PDF & Email