La World Music dei “Mater Matuta”, sabato sera a Ragusa al Caffè Letterario, “Le Fate” per la rassegna musicale, “Caféine mon amour”.

Ragusa 18 febbraio 2015.- – Si sono lasciati ispirare, prendendone il nome, dalla dea dell’alba e protettrice delle nascite. La sacralità della musica popolare ma al tempo stesso della canzone d’autore e della world music. Sono i “Mater Matuta” gli ospiti del prossimo concerto della rassegna musicale “Caféine mon amour”, ideata e diretta artisticamente da Carlo Muratori. Sabato sera alle 21,00,  al caffè letterario “Le Fate” di Ragusa, i “Mater Matuta” proporranno un concerto da non perdere. Il celebre gruppo catanese, formatosi nel 1994, presenta principalmente brani inediti in dialetto. E’ una “etno-band” con all’attivo ben otto pubblicazioni tra album e cd compilation. La loro è sempre stata un’intensa attività concertistica che li ha visti impegnati nelle rassegne nazionali ed internazionali più importanti. E’ dell’anno scorso, il 2014, l’ultimo corposo lavoro intitolato “Voria”, una naturale evoluzione sonora del precedente album “Alleggiu Alleggiu”, dove ancor di più, suoni, parole e tradizione popolare si fondono tra loro con un innesto di tecnologia. Una novità assoluta che si trasforma in racconto di emozioni e pensieri sul nuovo millennio. Dunque pulsazioni ritmiche che, tra antico e moderno, scorrono lungo un binario quasi senza tempo, passando dalla tarantella di “U patruni dei pinseri” al jungle di “U Giustiziatu”, dalla ninna nanna di “Ciciritta” al tangato “Petra e sangu”, fino a re-inventare la tradizione attraverso la personale interpretazione di “Ciuri Ciuri”, una canzone in cui si riscopre la Sicilia più vera, tra gelsomini, storie d’amore e spine sante. “Voria” indica il vento che soffia e che sposta metaforicamente anche le situazioni più consolidate. Un ritorno sulle scene siciliane, quello dei “Mater Matuta”, dopo aver girato numerose rassegne in giro per l’Italia. A Ragusa si esibiranno in formazione acustica con Umberto Arcidiacono voce, percussioni, fisarmonica e ukulele, Silvia Puglisi voce, Maurizio Scaminante alle chitarre e mandola e Ambra Scamarda al basso. La rassegna dedicata all’“ora della ri-creazione al gusto musicale del caffè”, secondo il progetto voluto da Muratori all’interno del caffè letterario guidato a Ragusa da Alina Catrinoiu, offrirà così uno straordinario concerto dalle mille sonorità.

Print Friendly, PDF & Email