Le tragedie del teatro greco di Siracusa approdano tra il barocco di Ragusa Ibla

LE TRAGEDIE GRECHE DI SIRACUSA PROTAGONISTE ANCHE A RAGUSA IBLA PER LA PRIMA EDIZIONE DI “3DRAMMI3”, IL FESTIVAL IBLEO DELLA CLASSICITA’ GRECA.
DAL 10 AL 12 GIUGNO, AD INGRESSO GRATUITO, 3 SERATE CON GLI ATTORI IMPEGNATI AL TEATRO GRECO ARETUSEO. RECITERANNO NEI GIARDINI DEI PALAZZI NOBILIARI DI IBLA.

RAGUSA – Un gemellaggio d’eccezione che unisce il barocco di Ragusa Ibla alle tragedie greche di Siracusa. Le manifestazioni architettoniche di massimo splendore della Sicilia barocca e i brani tratti dalle opere attualmente in scena al Teatro Greco di Siracusa per la stagione 2016, saranno protagonisti della prima edizione di “3drammi3”, il Festival Ibleo della Tragedia Greca, in programma il 10, l’11 e il 12 giugno prossimi.
Un’occasione straordinaria, tra l’altro ad ingresso gratuito, per conoscere e scoprire i suggestivi giardini privati, in genere non accessibili al pubblico, di palazzi storici e nobiliari, simbolo del neoclassicismo ragusano, che saranno resi ancora più magici dalla lettura di brani tratti dai testi delle opere rappresentate al Teatro Greco. A recitarli saranno gli stessi attori protagonisti a Siracusa.
Tre gli scenari scelti per le tre tragedie attualmente rappresentate nel capoluogo siracusano. Il 10 giugno alle 19,30 sarà il Giardino del Palazzo Arezzo Bertini, antico palazzo nobiliare dal cui atrio si accede ad un’oasi ricco di agrumi, ad accogliere Alcesti di Euripide.
L’11 giugno, sempre alla stessa ora, il Giardino del Palazzo Arezzo di Donnafugata, nato sul finire del settecento dalle rovine del terremoto del 1693 e che al suo interno racchiude un ampio giardino all’italiana, ospiterà Elettra di Sofocle.
Infine il giorno dopo, il 12 maggio, sempre ancora alle 19,30, sarà invece il Giardino del Circolo di Conversazione, noto come “Caffè dei cavalieri”, uno dei rari esempi di edificio costruito appositamente per dedicare ai nobili un luogo dove conversare, che ospiterà Fedra di Seneca.
Gli incontri saranno moderati da esponenti dell’Istituto nazionale del Dramma Antico di Siracusa che, per il 52° Ciclo di spettacoli classici, ha scelto un programma all’insegna della figura femminile. Il Festival ibleo “3drammi3” gode del patrocinio del Comune di Ragusa, dell’Istituto nazionale del Dramma antico, del Teatro Donnafugata, dell’Associazione Amici dell’Inda, dal Circolo di Conversazione e dall’Associazione A Porte Aperte.

Print Friendly, PDF & Email